. Al via la Tutela Simile, nuovo strumento per avvicinare gli utenti al mercato libero dell'energia

Oggi la giornata formativa di Acquirente Unico sul funzionamento del servizio di Tutela Simile

A partire dal 1 gennaio 2017, gli utenti del mercato dell'energia hanno a disposizione un nuovo strumento: la Tutela Simile. Ossia, uno spazio negoziale regolato dall'Autorità per l'energia le cui caratteristiche sono definite dal regolatore sia sotto il profilo contrattuale che per gli aspetti che presiedono alla formazione del prezzo.

Pensato dall'Autorità per avvicinare il cliente finale al mercato libero dell'energia elettrica e del gas, la Tutela Simile mira a rendere gli utenti maggiormente consapevoli rispetto alla scelta della fornitura di energia, facendoli operare in uno spazio controllato dal regolatore seppur in presenza di alcune caratteristiche tipiche del mercato libero.

In tale prospettiva, l'Autorità ha previsto un ruolo chiave per le Associazioni rappresentative delle PMI: quello di facilitatore, da una parte informando le imprese sulle caratteristiche ed i vantaggi della Tutela Simile, dall'altra operando attivamente quale intermendiario per la sottoscrizione dei contratti di Tutela Simile.

CNA Nazionale si è accreditata quale facilitatore lo scorso dicembre ed ora è pronta ad operare attraverso le numerose sedi territoriali abilitate da Acquirente Unico - che gestisce il portale www.portaletutelasimile.it  -  alla fornitura del servizio. La giornata formativa che AU ha tenuto oggi per gli operatori delle strutture territoriali accreditate dalle associazioni nazionali delle PMI, cui CNA ha partecipato attiviamente, è la conclusione di un percorso continuo e condiviso di collaborazione tra l'Autorirà ed Acquirente Unico da una parte e CNA dall'altra, per la definizione di un mercato dell'energia più efficiente e conveniente per gli utenti finali.

 

Area Tematica: