. Mercato interno: nuove barriere?

Tallin, 24 novembre 2017. Durante l’Assemblea PMI, si è tenuto un seminario sugli ostacoli nel Mercato Interno per le Piccole imprese dell' Unione Europea nei settori alimentare, trasporti, produzione, ict  costruzioni e servizi.

Il contributo delle Piccole imprese al Mercato Interno è rilevante, a 25 anni dalla costituzione del mercato unico.

Tuttavia , numerose criticità  attendono una risposta dai Policy makers: concorrenza sleale, applicazione coerente della regolamentazione europea ed efficienza delle autorità di controllo nazionali, sostegno  alle piccole imprese nel commercio intra comunitario ed extra comunitario.

Crescenti ostacoli alla circolazione per le imprese (sospensioni temporanee  trattato schengen) eccessiva e contradditoria regolamentazione ("gold plating" a livello di Stati membri), appalti pubblici a misura di piccole imprese ed in particolare dumping sociale (settore trasporti e costruzioni),  accesso alle reti di distribuzione e contrasto di posizioni dominanti nel mercato, mancato riconoscimento di qualifiche professionali ed ostacoli al libero stabilimento di impresa, etichettatura di prodotti e regolazione degli imballaggi,  standard tecnici  ed extra costi di certificazione ( mancato mutuo riconoscimento), contraffazione di prodotti ed ostacoli al commercio on line intracomunitario, libero flusso di dati, effetti  della nuova regolamentazione REACH per i prodotti chimici, regimi iva ed ostacoli di armonizzazione di Iva su prodotti e servizi (efficacia dello sportello unico), diritto di stabilimento delle Piccole imprese nell' UE (passaporto e corsie preferenziali), carenza ed altri.

Le raccomandazioni del seminario saranno oggetto di approfondimento da parte della Commissione Europea nell' ambito delle iniziative del programma di lavoro della CE nel 2018.

Area Tematica: