. Acquisto carburante - Urgono chiarimenti dall'Agenzia delle entrate

Le recenti novità introdotte dalla legge di bilancio 2018 in materia di carburanti hanno generato alcuni dubbi interpretativi legati a situazioni operative specifiche che impattano sulle imprese che rappresentiamo, in particolare quelle che operano nel settore dell’autotrasporto.

A fronte dell’introduzione dell’obbligo generalizzato di emissione della fatturazione elettronica per coloro che vendono carburanti per motori, il legislatore della legge di bilancio 2018 ha previsto, sempre dal 1° luglio 2018, l’obbligo di certificare con fattura elettronica esclusivamente gli acquisti di carburante per autotrazione effettuati presso impianti stradali.

Come si combinano le due norme? Il soggetto passivo che acquista carburanti da un soggetto diverso da un impianto stradale di distribuzione, può procedere alla stampa e alla conservazione cartacea della fattura, senza vedersi pregiudicato il diritto alla detrazione dell’Iva e alla deducibilità del costo?

Dalla stessa data,  sempre ai fini della deducibilità del costo e della detraibilità dell’Iva relativi agli acquisti di carburanti, diventano obbligatori i pagamenti con sistemi tracciati.

Per quali mezzi di trasporto la deducibilità del costo relativo all’acquisto di carburante è subordinato all’ effettuazione di pagamenti tracciati? Quali sono i mezzi di pagamento tracciati utilizzabili?

Questi ed altri dubbi sono stati sottoposti all’Agenzia delle entrate per avere delucidazioni in merito e consentire alle nostre imprese di arrivare preparate all’imminente obbligo che entrerà in vigore il prossimo 1 luglio.

Documenti Allegati: 
Area Tematica: