. Richiesta la proroga al 15 settembre a causa dei disagi sulle comunicazioni dei risultati contabili

Nella giornata di ieri è stato fatto presente al Governo e all’Agenzia delle Entrate che la gestione dei risultati contabili dell’assistenza fiscale, derivanti dalla presentazione del Modello 730/2017, alla luce delle modifiche introdotte nella modalità di messa a disposizione dei risultati stessi, sta determinando notevoli disagi agli intermediari ed ai sostituti d’imposta.

Da quest’anno, infatti, le comunicazioni dei risultati contabili inviate singolarmente ad ogni sostituto, spesso contenenti le informazioni relative ad un solo dipendente, stanno causando un notevole disagio operativo ad intermediari e sostituti d’imposta. Questi ultimi sono costretti a processare un consistente numero di files, di gran lunga maggiore rispetto a quanto avveniva fino all’anno scorso, quando, i dati erano dei risultati contabili di molti sostituiti erano raggruppati in un numero limitato di file.  

Oltre a chiedere un un rapido ripensamento, l’evidenza di tali complicazioni e della conseguente notevole spendita di tempo (e conseguente aggravio di oneri, peraltro a fronte di una diminuzione dei compensi spettanti ai CAF) da parte delle nostre strutture associative già impegnate nella redazione del modello 770/2017, ci ha spinto a chiedere la proroga del termine di presentazione del modello 770/2017 dal 31 luglio al 15 settembre 2017.

Area Tematica: