. In vista il riporto delle perdite per le imprese in regime di cassa e riduzioni degli adempimenti di comunicazione di dati

Nella giornata di ieri 27 luglio 2017 è proseguito il dialogo del Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze Luigi Casero con le associazioni di categoria aderenti a Rete imprese Italia.

Dialogo che, è utile ricordare, ha visto come tappa importante l’Incontro del presidente della CNA Daniele Vaccarino a Palazzo Chigi del 22 Settembre 2016, nel quale, in vista della Legge di bilancio 2017, erano state formulate delle promesse ai vertici di Rete Imprese Italia, poi diventate leggi dello Stato, quali, in particolare, l’introduzione dell’IRI (Imposta sul reddito delle Imprese), l’introduzione del regime di cassa per la determinazione del reddito per le imprese in contabilità semplificata e la riforma degli Studi di settore e la loro progressiva sostituzione con gli Indicatori Sintetici di Affidabilità (ISA) attualmente in fase di attuazione.

In questo caso si è trattato di un incontro tecnico, nel quale il vice Ministro dell’Economia e delle Finanze (leggi comunicato) si è impegnato:

  • a rivedere il regime di cassa per le imprese in contabilità semplificata, riconoscendo il riporto delle perdite senza soluzione di continuità, attraverso la progressiva parificazione dei criteri di riporto ora previsti per le società di capitali;
  • a porre in essere vere semplificazioni attraverso la riduzione degli obblighi di comunicazione dei dati e ad una loro razionalizzazione;
  • a prevedere l’effettuazione di una valutazione preventiva dell'impatto delle nuove normative anche in relazione alla effettiva capacità di contrasto all'evasione e agli adempimenti che esse richiedono

Si è trattato solo di un incontro preliminare a cui seguiranno ulteriori approfondimenti e proposte concrete di Rete Imprese Italia capaci di dare soluzioni alle piccole imprese in termini di riduzioni di oneri amministrativi e pressione fiscale.

Documenti Allegati: 
Area Tematica: