. Finanziamenti pubblici a favore delle micro, piccole e medie imprese: loro prospettive

Nell’ambito del Forum PA, il Responsabile del Dipartimento Politiche Industriali della CNA, Mario Pagani, è intervenuto alla tavola rotonda

Si è sottolineato, in particolare, la necessità di non procedere a livello europeo a revisioni nella definizione di PMI, al fine di non alterare il quadro degli aiuti alle imprese, e di iniziare a sollevare, invece, il tema della opportunità di individuare modalità di intervento specifiche per dimensione di impresa.

Troppo evidenti sono, infatti, le differenti capacità di accesso a strumenti indifferenziati tra micro e piccole imprese, da una parte, e le medie imprese, dall’altra.

Per micro e piccole imprese, in ragione delle specificità, gli incentivi debbono avere tre caratteristiche fondamentali: chiarezza, semplicità di accesso e stabilità nel tempo. Si tratta di caratteristiche fondamentali se si vuole sostenere in concreto la parte preponderante del nostro tessuto produttivo: oltre il 99% delle imprese, ma soprattutto poco meno del 70% dell’occupazione. 

Area Tematica: