. Novembre 2017

Nel mese di novembre 2017 il numero di occupati è cresciuto dello 0,4% rispetto ad ottobre e del 3,5% su base annua, tornando così al livello fatto registrare prima dell’estate. Negli ultimi tre anni la crescita dell’occupazione è stata di 10,3 punti percentuali.

Tutte le tipologie di contratto temporaneo, a novembre, hanno fatto registrare una crescita a doppia cifra: in un anno il tempo determinato è cresciuto del 40,7% mentre il lavoro intermittente del 67,9%. Anche l’apprendistato ha continuato a crescere ad un ritmo sostenuto (+23,4%), ma è diminuito il numero di lavoratori con contratti a tempo indeterminato (-7,4%).

Le assunzioni a novembre, complessivamente, sono aumentate del 7,8%. Si è registrato, però, un calo delle assunzioni con contratto a tempo indeterminato (-10,5%), mentre le altre tipologie contrattuali sono cresciute sensibilmente: lavoro intermittente (+79,9%), tempo determinato (+7,8%) ed apprendistato (+3,2%). Le assunzioni sono cresciute maggiormente tra le donne (10,8%) che tra gli uomini (6,2%).

 

A novembre le cessazioni complessive sono aumentate del 27,2% rispetto allo stesso mese del 2016. Anche in questo caso la dinamica positiva ha riguardato tutte le tipologie contrattuali. Le cessazioni hanno riguardato in maniera maggiore i contratti di lavoro a tempo indeterminato (31,1%) e intermittente (93,2%) e meno l’apprendistato (0,1%) e il tempo determinato (22,2%).

Con riferimento alla composizione dell’occupazione nelle micro e piccole imprese, tra il 2014 e il 2017, il numero di contratti di lavoro a tempo determinato è cresciuto del 306%, una variazione rilevante soprattutto se confrontata con l’andamento del numero di occupati con contratto a tempo indeterminato diminuiti, nello stesso periodo, del 13,4%.

Anche i contratti di lavoro intermittente, in calo fino ai primi mesi del 2017, sono tornati a crescere a novembre 2017 e fatto registrare una variazione di 26,8 punti percentuali in più rispetto a dicembre 2014. L’apprendistato che è cresciuto in maniera costante, a novembre ha fatto registrare un incremento del 67,8%.

 

 

 

Area Tematica: