. Nuovi incentivi per le assunzioni nel 2017

Per l’anno 2017 sono stati finanziati una serie di incentivi alle assunzioni. Si tratta di misure particolarmente rilevanti, che costituiscono una buona opportunità per le nostre imprese e che si rivolgono principalmente ai soggetti ritenuti deboli e al Sud.

Incentivi Occupazione Sud (Decreto direttoriale 16/11/2016, prot. n. 39/367)
Si tratta di un incentivo che intende intervenire in modo differenziato nelle Regioni meridionali, per stimolare la domanda di lavoro. Si rivolge alle imprese che assumono durante il corso del 2017 con contratto a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione, e con contratto di apprendistato professionalizzante le seguenti categorie di lavoratori:
1) giovani tra i 16 e i 24 anni
2) persone disoccupate di almeno 25 anni, prive di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi
L’incentivo consiste in uno sgravio contributivo pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, fino ad un massimo di 8.060,00 euro annui per persona assunta.
L’agevolazione riguarda i datori di lavoro privati con sede di lavoro in Basilicata, Campania, Puglia, Sicilia, Calabria (per le quali sono stati stanziati 500 milioni) e Abruzzo, Molise, Sardegna (per le quali sono stati stanziati 30 milioni).

Incentivo Occupazione Giovani (Decreto direttoriale 2 dicembre 2016, prot. n. 39/394)
Si tratta di un incentivo previsto per le aziende che assumono, nel corso del 2017, giovani tra i 16 e i 29 anni coinvolti nel programma Garanzia Giovani.
L’incentivo consiste:
- nello sgravio dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, nel limite di 8.060 euro se l’assunzione avviene a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione, o con contratto di apprendistato professionalizzante
- nello sgravio del 50% dei contributi previdenziali a carico del datori di lavoro, nel limite di 4.030 euro, se l’assunzione avviene con contratto a tempo determinato di almeno 6 mesi.
Gli incentivi sono riconosciuti con uno stanziamento di 200 milioni di euro per tutti i datori di lavoro del territorio nazionale, con l'eccezione della Provincia autonoma di Bolzano.

Sgravio contributivo per le nuove assunzioni sistema duale (L. bilancio art. 1 co. 308-309)
Si tratta di un incentivo previsto dalla legge di bilancio per l’anno 2017 e rivolto ad aziende che assumono studenti provenienti da percorsi di alternanza scuola-lavoro o apprendistato.
La norma prevede che le aziende che assumono, entro 6 mesi dall'acquisizione del titolo di studio, studenti che hanno svolto presso di loro attività di alternanza scuola-lavoro o apprendistato di primo o terzo livello sono esonerate dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, per un massimo di 36 mesi e di 3.250 euro su base annua. L'incentivo è valido per assunzioni dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2018 con contratto a tempo indeterminato, anche in apprendistato.

Benefici per l’apprendistato di primo livello (L. bilancio art. 1 co. 240 lett. b)
Sempre la legge di bilancio per l’anno 2017 ha prorogato al 31/12/2017 i benefici (che erano in scadenza per il 2016) previsti per i datori di lavoro che assumono con un contratto di apprendistato di primo livello. Nello specifico, essi consistono in:
1) Aliquota contributiva ridotta al 5%
2) Aliquota contributiva esente dal contributo di licenziamento
3) Sgravio totale del contributo a carico del datore di lavoro relativo all’Aspi e ai fondi interprofessionali per la formazione.

Area Tematica: