. Rinnovo del contratto

Nella serata del 4 dicembre, la Cna, le altre organizzazioni datoriali e Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec-Uil hanno sottoscritto il nuovo CCNL per i lavoratori delle Imprese Artigiane dell’area Tessile Moda e Chimica Ceramica.

Il confronto, avviato ad aprile 2017 riguarda circo 250.000 lavoratori e circa 100.000 imprese.

La nuova normativa contrattuale, che accorpa i previgenti CCNL Area Tessile Moda e Area Chimica Ceramica, prevede una parte generale, comune a tutti i settori e due distinte sezioni che contengono le normative specifiche per ogni comparto.

Le normative contenute nel nuovo CCNL garantiscono maggiore flessibilità nell’utilizzo dei contratti a tempo determinato e dell’apprendistato; è stata inoltre inserita una specifica regolamentazione contrattuale che consente l’assunzione di personale con retribuzioni inferiori rispetto al livello di inquadramento previsto per un periodo di 24 mesi.

È stata rivista la normativa dell’art. 9 della Sezione Tessile Moda del CCNL rubricato “Lavorazioni per conto terzi e responsabilità solidale negli appalti e nella sub fornitura”. Temi questi centrali del confronto con le organizzazioni sindacali.

Inoltre, è stato sottoscritto un protocollo sulla legalità che impegna le parti ai vari livelli a ricercare delle modalità, basate sui principi dell’esistente normativa di regolamentazione degli appalti, per il corretto svolgimento delle attività di subfornitura. Analogamente, attraverso un apposito avviso comune da inviare alle istituzioni, sottoscritto in occasione del rinnovo del CCNL, sono stati sanciti dei principi fondamentali per la regolamentazione della responsabilità solidale e per il contrasto alla concorrenza sleale.

Gli incrementi retributivi concordati, al livello di addensamento sono pari ad €. 45,00 per il settore del Tessile Moda ed €. 48,00 per il settore della Chimica Ceramica. Ad integrale copertura del periodo di carenza contrattuale è stato previsto un importo una tantum di €. 120,00 per le imprese dell’Area Tessile Moda ed €. 80,00 per le imprese dell’Area Chimica Ceramica.

Area Tematica: