Turismo e Commercio

Chi siamo

Il Raggruppamento di Interesse CNA Turismo e Commercio nasce per promuovere l’universo delle piccole e medie imprese del turismo - un asset fondamentale per l’Italia - e quelle del commercio, che con il loro dinamismo forniscono un contributo essenziale alla crescita del prodotto interno lordo e all’occupazione del nostro Paese.

CNA rappresenta una molteplicità di imprese che concorrono in maniera trasversale a rendere turisticamente attrattivi i luoghi e ne consentono la fruibilità:

  • attraverso l’autenticità rappresentata dai prodotti della tradizione locale, di cui le piccole imprese e l’artigianato in particolare sono i creatori e produttori (abiti, tessuti, enogastronomia, artigianato artistico, vetro, ceramica, oreficeria…);
  • con l’opera di tante piccole imprese impegnate nel restauro, nella manutenzione, nella cura del paesaggio e del verde;
  • con la mobilità, l’accoglienza, l’organizzazione di eventi e la ristorazione, anch’esse gestite da piccole realtà imprenditoriali.

CNA intende assumere iniziative che coinvolgano tutte queste attività, inserite nella filiera del turismo tradizionale e in nuove forme di turismo, legate alla sharing economy e a una sensibilità sempre più diffusa verso la sostenibilità ambientale.

Si tratta di ripartire dall’identità del nostro paese, dai suoi prodotti, le lavorazioni, i luoghi e territori, per farli conoscere e renderli ancora più attrattivi. Si tratta di accrescere la capacità del sistema turistico italiano di sviluppare nuove destinazioni e prodotti.

CNA vuole che il turismo torni al centro delle politiche nazionali. E che il nostro Paese riconquisti un ruolo di primo piano a livello internazionale. Per far ciò occorrono:

·       investimenti in infrastrutture, banda larga, mobilità;

·       investimenti che consentano alle imprese, specie le piccole, di innovarsi e crescere;

·       ridurre il peso della burocrazia;

·       una promozione unitaria del “brand Italia” per imporsi in un mercato dove la concorrenza è sempre più spietata.

Ma più di tutto è necessaria una visione unitaria, dove il turismo torni a essere considerato una leva di sviluppo dell’intero Paese.

 

CNA, inoltre, intende mettere in campo le iniziative necessarie per contrastare la profonda la crisi che negli ultimi anni ha colpito soprattutto le piccole e medie imprese del commercio, sia a livello di vendite che nel numero di cessazioni delle attività.

CNA ritiene indispensabile che si creino le condizioni per:

  • sviluppare un contesto giuridico ed economico che tuteli le piccole e medie imprese del commercio, anche dal punto di vista di una politica tributaria degli enti locali, in cui la Pubblica Amministrazione sia davvero vicina alla realtà delle PMI;
  • agevolare l’accesso al credito delle PMI;
  • promuovere l’aggiornamento e l’innovazione;
  • riqualificare il tessuto urbano dei centri e delle periferie, valorizzando così anche le attività commerciali in esso presenti.

CNA intende rappresentare e tutelare soprattutto i piccoli esercizi ed attività, che spesso si trovano nei centri storici, di cui costituiscono l’anima e la tradizione. E che troppo spesso vengono dimenticati e trascurati dalla politica e dalle associazioni di categoria.

La loro difesa e promozione si colloca in un contesto di valorizzazione del Made in Italy, inteso come quella capacità tipica dei nostri artigiani, commercianti e imprenditori di produrre qualcosa di unico e apprezzato in tutto il mondo.

Un’unicità che trae ispirazione dal territorio, dall’arte, dalla cultura e dal paesaggio in cui siamo immersi e che CNA attraverso il suo Raggruppamento di interesse vuole rappresentare, tutelare e rendere ancora più forte.

 

La Presidenza Nazionale di CNA Turismo e Commercio è composta da:

Luca Tonini - Presidente CNA Turismo e Commercio

Francesco Di Natale (Delega al Commercio)

Roberto Masi (Delega al Commercio e Nuove tecnologie)

Giovanni Massaro (Delega al Commercio nei centri storici)

Marco Misischia (Delega al Turismo alberghiero e ricettività)

Maria Asimovna Iangliaeva (Delega al Turismo esperienziale/relazionale)

Fabrizio Palanca (Delega al Turismo enogastronomico)

Salvatore Addario

Giulia Arrabito

Ubaldo Cerretani

Pietro Colapietro

Giuseppe Mancarella

Stefano Rossi

Laura Sillato

Vincenzo Vitale