. ETICHETTATURA DI ORIGINE: CNA AGROALIMENTARE SI CONFRONTA CON IL GABINETTO DEL COMMISSARIO ANDRIUKAITIS

Nella giornata di oggi, martedì 19 dicembre, CNA Agroalimentare, con il supporto tecnico dell’ufficio di CNA Bruxelles, ha avuto la possibilità di incontrare a Bruxelles Nathalie Chaze, Vice capo di gabinetto del Commissario europeo per la salute e la sicurezza alimentare, Vytenis Andriukaitis. All’incontro hanno preso parte il Responsabile nazionale di CNA Agroalimentare, Gabriele Rotini, e la Coordinatrice dell’ufficio di CNA Bruxelles, Elisa Vitella.

L’incontro, molto proficuo dal punto di vista delle risposte e della disponibilità al dialogo, ha fornito la possibilità a CNA per chiedere chiarimenti sull’attuale situazione italiana relativa all’etichettatura di origine, alla luce dei nuovi decreti ministeriali sul latte, pomodoro, riso, grano duro e sede dello stabilimento, che entreranno in vigore entro l’aprile 2018. La Commissione ha così aggiornato CNA sullo stato dei lavori attualmente in corso, riportando in particolare come stia discutendo con gli Stati membri dell’UE un atto delegato sull’etichettatura di origine che, una volta adottato ed entrato in vigore, aiuterà a chiarire ulteriormente e ad armonizzare le diverse legislazioni nazionali in materia. Tuttavia, le tempistiche non sono ancora chiare, ed è molto probabile che l’atto delegato della Commissione entrerà in vigore solo successivamente rispetto ai decreti ministeriali.

CNA Agroalimentare ha inoltre espresso le proprie perplessità in merito alle esistenti differenze nazionali in materia di etichettatura nutrizionale, soprattutto alla luce dei diversi sistemi semaforici che altri paesi europei stanno progressivamente adottando. Sebbene la legislazione nutrizionale europea ammetta la possibilità per gli Stati membri di istituire soluzioni nazionali, la Commissione è consapevole dell’alto costo affrontato dalle PMI quando devono adattarsi a diverse normative nazionali ed è intenzionata a monitorare la situazione con attenzione. A questo proposito, entro la fine del prossimo anno, la Commissione presenterà una propria relazione sulle diverse esperienze nazionali e sui loro effetti sul Mercato interno europeo. Dimostrandosi molto disponibile nel mantenere aperto il contatto di oggi, il Vice capo di gabinetto ha invitato CNA a presentare aggiornamenti e documenti di posizione su questo argomento, al fine di contribuire alla strutturazione della relazione. 

Area Tematica: