. Le Indicazioni Geografiche motore della filiera agroalimentare

Martedì 5 febbraio, nella splendida cornice della Sala San Pio dell' ex ospedale di Siena, CNA Agroalimentare ha preso parte al Geographical Indications Kick-Off Meeting, un incontro tecnico, organizzato dalla Fondazione Qualivita in collaborazione con Aicig, Federdoc, Prima, Inao, Origen España, OriGIn e con il patrocinio del Comune di Siena.

L'evento ha messo a confronto le esperienze dei Consorzi di tutela delle Indicazioni Geografiche per definire una nuova proposta strategica a supporto dello sviluppo del settore nel contesto nazionale ed europeo.

L’iniziativa ha coinvolto gli operatori del settore (Consorzi di tutela, organizzazioni di produttori, Regioni, Ministero ed enti strettamente collegati al mondo delle DOP IGP) che hanno condiviso oltre cinquanta interventi nell’ambito dei cinque temi centrali per lo sviluppo del comparto dando vita ad un documento strategico per lo sviluppo delle tematiche centrali del comparto 

Le cinque nuove proposte appatengono a cinque ambiti centrali per l’agenda del settore agroalimentare di qualità: 

  • Nuovo patto con i consumatori e comunità locali, 
  • Evoluzione della governance ed economia del territorio, 
  • "Nuova PAC" post-2020, 
  • Tutela e Accordi Internazionali, di cui faceva parte CNA Agroalimentare, 
  • Sostenibilità

Il documento, già sottoposto all'attenzione del Ministro delle politiche agricole del turismo, Gian Marco Centinaio, sarà sottoposto nei prossimi giorni all'attenzione di istituzioni e organizzazioni a livello nazionale e europeo per un concreto supporto alle produzioni agroalimentari e vitivinicole IG e allo sviluppo dei loro territori.

 

Clicca qui per scaricare le cinque nuove proposte programmatiche. 

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa di GIs Kick-Off Meeting.