. Ddl concorrenza: nessuna riduzione dei percorsi formativi degli acconciatori

L’evoluzione tecnologica dei prodotti cosmetici ed una domanda dei consumatori sempre più sofisticata impongono un livello di formazione sempre più elevato, unico argine al dilagare dell’improvvisazione e dell’abusivismo che mettono a rischio la sopravvivenza delle imprese del settore. Al fine di rimanere al passo con l’Europa si tratta di dare attuazione all’Accordo Stato –Regioni che ha individuato la possibilità di una specializzazione ulteriore per l’acconciatore e non ridurre quanto già previsto .

 

Area Tematica: