. Aggiornato l'elenco delle società qualificate per il monitoraggio PA

E' stato aggiornato l'elenco dei "monitori esterni" che monitoreranno i contratti delle Pubbliche Amministrazioni

La normativa vigente (Dlgs. 39/1993) prevede il monitoraggio dei contratti della PA, di importo superiore a 25 milioni di euro, per la progettazione, realizzazione, manutenzione, gestione e conduzione operativa dei sistemi informativi automatizzati.
In seguito, l'Agenzia per l'Italia Digitale ha istituito due appositi elenchi, nei quali devono essere iscritte, nell'uno o nell'altro, le società che aspirano ad assumere l'incarico di monitori della PA:

  • l'elenco dei "monitori esterni" nel quale si devono iscrivere tutte le società qualificate sulla base dei criteri indicati nella Circolare 12 febbraio 1998, AIPA/CR/16, come modificati dalla Circolare 11 marzo 2003, CR/AIPA/41;
  • l'elenco dei "monitori interni" nel quale sono inseriti i gruppi di monitoraggio interni qualificati a operare sui contratti informatici di pertinenza, sulla base dei criteri indicati nella Circolare 13 marzo 1998, AIPA/CR/17, come modificati dalla Circolare 28 dicembre 2001, CR/AIPA/38.

Le amministrazioni devono scegliere una delle due opzioni:

  • possono affidare il monitoraggio a società specializzate, incluse nell'elenco dei monitori esterni, predisposto dall'Agenzia per l'Italia Digitale oppure
  • possono affidare il monitoraggio ai gruppi di monitoraggio interni, presenti nell'elenco monitori interni.

L'iscrizione delle imprese private nell'elenco dei monitori esterni, è subordinata alla verifica, da parte dell'Agenzia per l'Italia Digitale, del possesso dei requisiti di indipendenza di giudizio e capacità tecnica; inoltre, ogni tre anni le società devono 
dimostrare il mantenimento del possesso di tali requisiti nell'ambito del processo di rinnovo della qualificazione attivato dall'AgID.

Fonte: Europa Agenda Digitale

 

Documenti Allegati: 
Area Tematica: