. Approvata dalla conferenza stato regioni la “modulistica unica” per tutta l’Italia. Ora la palla passa alle regioni

Una prima battaglia vinta anche grazie a CNA COSTRUZIONI

Una battaglia vinta contro la cattiva burocrazia, anche grazie al contributo della Confederazione ed a quello specialistico di CNA COSTRUZIONI. Dopo un lavoro durato alcuni anni, la Conferenza unificata Stato-Regioni-Autonomie locali ha raggiunto l'accordo definitivo sulla modulistica standard necessaria per esercitare attività commerciali, di estetica e di acconciatura e sui Moduli edilizi semplificati previsti dal Decreto Scia 2. E' una piccola rivoluzione, un tassello importantissimo della Riforma Madia.

Per la prima volta da un capo all'altro dell'Italia finisce la Babele dei documenti e delle informazioni necessarie alle piccole imprese e ai cittadini. Un traguardo raggiunto dall'azione di coordinamento del Ministero per la Semplificazione e la Pubblica amministrazione, in particolare del Dipartimento Funzione pubblica, che ha fatto tesoro delle sollecitazioni e dei suggerimenti arrivati dalle associazioni di categoria, a cominciare da quelle espresse da CNA COSTRUZIONI e relative al suo settore di competenza.

Al momento, si tratta però di una vittoria ottenuta nella partita di andata. Ora CNA COSTRUZIONI si attende il risultato pieno: il recepimento in tempi rapidi da tutti gli enti locali dell'intesa siglata oggi sulla modulistica standard. Solo allora potremo registrare il decisivo passo in avanti lungo la strada della trasparenza e della certezza nei rapporti tra imprese, cittadini e Pubblica amministrazione.

 

Documenti Allegati: 
Area Tematica: