. Non si può escludere un concorrente per cui siano state definitivamente accertate violazioni se soggette a sospensione per rottamazione

Così si è espresso pochi giorni fa il Tribunale Amministrativo Regionale per la Calabria Sezione distaccata di Reggio Calabria.

Il Comune di Condofuri aveva aggiudicato una gara all'unico concorrente che aveva aderito alla lettera di invito, ma poi, a seguito di una comunicazione della Direzione Provinciale dell’Agenzia delle Entrate di Reggio Calabria che indicava la presenza “di violazioni definitivamente accertate”, comunicava l’esclusione della ricorrente, in quanto, nell’ambito delle verifiche ex art. 80, comma 4, del D.Lgs. 50/2016, sarebbe emersa la “presenza di violazioni definitivamente accertate in esito alla regolarità fiscale.

La Cartella di pagamento non pagata, però, per esplicita ammissione della stazione appaltante, era sospesaa seguito della presentazione di istanza di rottamazione, poi accolta.

Nella pronuncia allegata «Trovano positivo riscontro ... le censure dalla parte ricorrente ... per quanto concerne:

- l’intervenuta regolarizzazione della posizione fiscale della medesima, con riveniente venir meno della causa di esclusione dalla gara ai sensi del comma 4 dell’art. 80 del D.Lgs. 50/2016 (a mente del quale, laddove “Un operatore economico è escluso dalla partecipazione a una procedura d'appalto se ha commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse o dei contributi previdenziali, secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui sono stabiliti”, nondimeno “Il presente comma non si applica quando l'operatore economico ha ottemperato ai suoi obblighi pagando o impegnandosi in modo vincolante a pagare le imposte o i contributi previdenziali dovuti, compresi eventuali interessi o multe, purché il pagamento o l'impegno siano stati formalizzati prima della scadenza del termine per la presentazione delle domande”);

- la contraddittorietà della condotta dell’intimato Comune: il quale, nel prendere atto della regolarità della posizione, ai fini fiscali, di ... , ha, invero incomprensibilmente, soprasseduto all’escussione della cauzione, ma non ha attivato i poteri di autotutela ai fini della revoca della precedentemente disposta esclusione della ricorrente.

In tali termini, il ricorso merita accoglimento, con ...

- annullamento della gravata determinazione

- e declaratoria dell’obbligo in capo alla Stazione appaltante, al ricorrere dei necessari presupposti di legge, di disporre l’aggiudicazione in favore» della ricorrente.»

Documenti Allegati: 
Area Tematica: