. Protocolli per la valutazione della qualità sostenibile degli edifici

Partito il tavolo tecnico coordinato da ENEA, con la partecipazione di CNA Costruzioni.

Obiettivo finale aumentare la qualità energetico-ambientale dei progetti di riqualificazione energetica degli edifici e semplificare le procedure di finanziamento in modo da rendere più semplice la realizzazione degli interventi.

 

Grande interesse e pubblico attento per il "FORUM "URBAN REGREENERATION – fare sistema edificio: gli Stakeholder fanno rete”, che si è tenuto il 21 giugno presso la sede ENEA e cha ha visto la partecipazione attiva di CNA Costruzioni.

L’incontro pubblico, promosso e coordinato da ENEA e Tabula Rasa, ha avuto l’obiettivo di favorire attraverso il dialogo fra istituzioni, associazioni ed esperti, la valorizzazione e la diffusione dei protocolli per la valutazione del livello di sostenibilità degli edifici.

Ha aperto i lavori il neo Sottosegretario all’Ambiente onorevole Vannia Gava, che ha avuto parole di apprezzamento e sostegno per l’iniziativa, sottolineando come il settore dell’edilizia sostenibile sia strategico per l’Italia e come sia dunque necessaria una stretta collaborazione fra le istituzioni per realizzare e diffondere buone pratiche di efficienza energetica. In questo senso - ha aggiunto il Sottosegretario- il Ministero dell’Ambiente intende agire ed impegnarsi.

Numerosi e approfonditi gli interventi del tavolo tecnico - presieduto da Roberto Moneta, direttore del Dipartimento Unità Efficienza Energetica dell’ENEA - che hanno fornito un panorama completo dei punti di vista di tutti gli attori della filiera edile, a partire dagli enti normatori e dalle istituzioni pubbliche fino agli agenti immobiliari, concordi nel sottolineare l’importanza di fare sistema per raggiungere gli obiettivi e nell’evidenziare la necessità di promuovere standard di garanzia di qualità per il settore, a beneficio sia del sistema paese che degli utenti finali.

Fra gli intervenuti Antonio Del Greco, responsabile Unità Conto Termico di GSE, Andrea Moro e Massimiliano Bagagli, rappresentanti dei Protocolli per la valutazione del livello di sostenibilità degli edifici (iisSbe e Itaca); Alberto Galeotto, Direttore Normazione Uni, Antonio Panvini direttore CTI, Giorgio Gatti, presidente dell’associazione di categoria Assistal, Ulrich Santa direttore dell’agenzia Casa Clima.

Gli interventi di Dario Di Santo, direttore FIRE e Francesca D’Ambrosio, presidente AICARR, hanno sottolineato entrambi l’importanza di una adeguata formazione professionale nel settore a partire dai professionisti fino ad arrivare alle maestranze.

Fra i partecipanti all’evento Enzo Ponzio, presidente CNA Costruzioni, che ha evidenziato la centralità delle imprese edili nel mercato della riqualificazione energetica e statica degli edifici, annunciando altresì il lancio imminente di un progetto nazionale che vede protagonista CNA Costruzioni (anche attraverso una rete nazionale di consorzi territoriali) insieme ad importanti partner finanziari, finalizzato ad agevolare l’utilizzo della cessione del credito da parte dei condomìni che intendessero utilizzare gli incentivi fiscali messi a disposizione dal Governo per gli interventi di riqualificazione energetica e sismica dei propri condomini.

Fra gli altri interventi, Mario Condò de Satriano, vicepresidente Fiaip (Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali), Maurizio Pezzetta, vice presidente vicario FIMAA (Federazione Italiana Mediatori Agenti D’Affari) Francesco Arnesano, Assoimmobiliare.

Alla base dell’iniziativa, che coinvolge iiSBE – ITACA, Agenzia Casa Clima e Green Building Council Italia in partnership con il (CTI) Comitato termotecnico italiano, la promozione, attraverso un percorso istituzionale condiviso, di una maggiore informazione e trasparenza degli strumenti di misura da parte di consumatori, cittadini, operatori, professionisti, mercato immobiliare e mondo della finanza. L’obiettivo finale è aumentare la qualità energetico-ambientale dei progetti di riqualificazione energetica degli edifici e semplificare le procedure di finanziamento in modo da rendere più semplice la realizzazione degli interventi, promuovere un settore produttivo importante come quello dell’edilizia, garantire la qualità dell’abitare.

Mestiere: