. Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge 17 ottobre 2017, n. 161, che modifica profondamente il codice delle leggi antimafia

Dopo due anni di iter parlamentare le proposte di legge per l'aggiornamento del codice delle leggi antimafia hanno ricevuto la definitiva approvazione del Parlamento col voto della Camera dei Deputati del 27 settembre 2017, e, dopo la firma del Capo dello Stato, sono divenute la Legge 17 ottobre 2017, n. 161, ora pubblicata in G.U.

La nuova normativa titolata «Modifiche al codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, al codice penale e alle norme di attuazione, di coordinamento e transitorie del codice di procedura penale e altre disposizioni. Delega al Governo per la tutela del lavoro nelle aziende sequestrate e confiscate.» entrerà in vigore il prossimo 19 novembre.

Si tratta di un provvedimento molto complesso, che si compone di ben 38 articoli, suddivisi in 7 capi (Misure di prevenzione personali, Misure di prevenzione patrimoniali, Amministrazione, gestione e destinazione di beni sequestrati e confiscati, Tutela dei terzi e rapporti con le procedure concorsuali, Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e alla legislazione complementare. deleghe al governo per la disciplina del regime di incompatibilità relativo agli uffici di amministratore giudiziario e di curatore fallimentare e per la tutela del lavoro nelle aziende sequestrate e confiscate, Disposizioni di attuazione e transitorie) che apportano, numerose modifiche al D.Lgs. n. 159/2011, Codice antimafia.

 

Documenti Allegati: 
Area Tematica: