. Pubblicate in GU le Linee Guida sulle modalità di svolgimento delle funzioni del direttore dei lavori e del direttore dell’esecuzione

Sulla Gazzetta ufficiale 111, del 15 maggio 2018, è stato pubblicato il DM del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, 7 marzo 2018, n. 49.

Si tratta di un Regolamento che reca:

«Approvazione delle linee guida sulle modalità di svolgimento delle funzioni del direttore dei lavori e del direttore dell’esecuzione».

Detto regolamento dà attuazione, secondo quanto previsto dall’articolo 1, commi 5 e 12, della legge 28 gennaio 2016, n. 11 (la delega per l'emanazione del nuovo codice), al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 recante «Codice dei contratti pubblici», e successive modificazioni, il cui l’articolo 111, comma 1, in materia di Controllo tecnico, contabile e amministrativo -come modificato dal correttivo (decreto legislativo 19 aprile 2017, n. 56)-, che prevedeva che: «con decreto del Ministro delle infrastrutture e trasporti, su proposta dell’Autorità nazionale anticorruzione, previo parere delle competenti commissioni parlamentari, sentito il Consiglio superiore dei lavori pubblici e la Conferenza Unificata di cui all’articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, sono approvate le linee guida che individuano le modalità e, se del caso, la tipologia di atti, attraverso i quali il direttore dei lavori effettua l’attività di cui all’articolo 101, comma 3, dello stesso decreto legislativo in maniera da garantirne trasparenza, semplificazione, efficientamento informatico, con particolare riferimento alle metodologie e strumentazioni elettroniche anche per i controlli di contabilità e che con il medesimo decreto, sono disciplinate, altresì, le modalità di svolgimento della verifica di conformità in corso di esecuzione e finale, la relativa tempistica, nonché i casi in cui il direttore dell’esecuzione può essere incaricato della verifica di conformità

Il suddetto provvedimento assume particolare rilievo anche perché emanato per conformare dette attività:

- al decreto legislativo 30 marzo 2001 n. 165, recante «Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche»;

- al decreto legislativo 9 ottobre 2002, n. 231, recante «Attuazione della direttiva 2000/35/CE relativa alla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali»;

- al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, recante «Codice dell’amministrazione digitale»;

- al decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, recante «Attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro»;

Dalla data di entrata in vigore del nuovo regolamento -30 maggio 2018-, ai sensi dell’articolo 217, comma 1, lettera u), del codice, sono abrogati gli articoli da 178 a 210 del vecchio regolamento (decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2010, n. 207).

 

Documenti Allegati: 
Area Tematica: 
Mestiere: