. Convegno CNA Federmoda "un ponte per il rilancio del dialogo EuroMediterraneo nel tessile-abbigliamento"

Parte da Catania l’iniziativa di CNA Federmoda per il rilancio del dialogo EuroMediterraneo nel tessile-abbigliamento attraverso un confronto con la Tunisia.

Lunedì 19 dicembre prossimo a partire dalle 10:30 presso l’Aula Magna del Palazzo centrale dell’Università di Catania, l’Associazione del settore tessile, abbigliamento, pelle, cuoio e calzature della CNA chiama ad una riflessione sul dialogo EuroMediterraneo il proprio gruppo dirigente e tra gli altri Presidente della sezione confezione e abbigliamento dell’Associazione tunisina CONECT, Samir Ben Abdallah, il Direttore dell’Accademia Euromediterranea Harim, Marco Aloisi.

“Il tessile – abbigliamento costituisce una parte importante dell'industria manifatturiera europea e ricopre un ruolo cruciale nell'economia e nel benessere sociale di numerose regioni dei Paesi dell'UE – dichiara Luca Marco Rinfreschi, Presidente Nazionale CNA Federmoda – così come riveste grande importanza nei Paesi che si affacciano sulla sponda sud del Mediterraneo. Tanti sono gli elementi che ci accomunano e per questo dobbiamo approfondire le relazioni anche alla luce di fenomeni più complessi che insistono sull’area.”

“La Tunisia oggi offre una situazione favorevole per costruire relazioni d’affari e per consolidare uno spazio EuroMediterraneo che possa permettere ai Paesi di entrambe le sponde del Mediterraneo di partecipare in maniera più adeguata nell’ambito della competizione internazionale” – dichiara Samir Ben Abdallah.

L’Italia è il secondo partner commerciale della Tunisia con un saldo commerciale in attivo, il secondo cliente e il secondo fornitore, con un interscambio bilaterale nel 2015 pari a circa 5 miliardi di euro. L’Italia rappresenta anche il secondo investitore in Tunisia.

 “Partiamo da un confronto con la Tunisia, per imbastire una progettualità più ampia, dedicata a costruire politiche focalizzate sulle PMI e che coinvolga altri Paesi insistenti sul bacino del Mediterraneo” – chiosa Antonio Franceschini, Responsabile Nazionale CNA Federmoda e Responsabile Ufficio Promozione e Mercato Internazionale CNA. Nel Paese già oggi sono presenti 853 imprese italiane o a partecipazione italiana che occupano più di 62.000 persone. Inoltre anche in occasione della recente Conferenza internazionale “Tunisia 2020” sono emerse opportunità e nuove potenzialità di sviluppo socioeconomico.

Area Tematica: