. Il 13 Dicembre 2017 sottoscritto in Prefettura un accordo che potrebbe sospendere il fermo proclamato dal 15.12 al 19.12. 2017

Le criticità del modello organizzativo logistico denunciate dalle imprese operanti presso il porto di La Spezia e l’assenza di sensibilità  ad intervenire da parte del gestore del terminal container (LSCT, appartenente al gruppo Contship Italia ) avevano portato CNA Fita e Confartigianatotrasporti  a proclamare il  fermo locale dei servizi di autotrasporto dalle ore 00.00 di Venerdì 15 Dicembre alle ore 24.00 di Mercoledì 19 Dicembre 2017.

Ieri sera, 13 Dicembre 2017, dopo una trattativa lunga e complessa  presso la  Prefettura di La Spezia, è stato sottoscritto un accordo che, previa verifica interna, potrebbe portare alla sospensione del fermo .  

“La sottoscrizione non rappresenta  la soluzione radicale alle questioni sul tappeto, ottusamente negate fino allo sfinimento dall’operatore del terminal ma, soprattutto,  un segno di rispetto e fiducia per il ruolo giocato dal Prefetto che ha assunto impegni precisi nei confronti delle Associazioni rappresentanti l’autotrasporto” dichiarano il Presidente e la coordinatrice locale di  CNA Fita, rispettivamente Stefano Crovara e Giuliana Vatteroni.

L'accordo siglato è  un inizio di dialogo da non sottovalutare anche alla luce del ruolo assunto dall'Autorità Portuale e dalla Prefettura che, come detto,  ha richiamato con forza all'assunzione di responsabilità chi era chiamato ad assumersele ed ha istituito un tavolo permanente al fine di monitorare la reale concretizzazione degli impegni presi.

I dirigenti di CNA Fita sottolineano “l’accordo è stato possibile anche grazie  al fatto che la nostra  Associazione non ha avuto timore a mantenere una posizione ferma e lineare che portasse avanti tutte le richieste fatte anche a costo di rompere la trattativa”.

Questi, in sintesi,  gli impegni che LSCT si è assunta:

- rendere disponibile un operatore telefonico h.24

- a partire dal 18.12.2017, operatività dei gates h.24

- aumentare l'uso della Pontremolese

- trovare soluzioni per migliorare la fluidità della circolazione e la riduzione dei tempi di attesa nel ciclo operativo completo

Nel documento  sono indicati anche altri obiettivi  che andranno a regime nel giro di un po’ più di tempo e che saranno monitorati costantemente dal tavolo permanente.

Crovara e la Vatteroni affermano quindi che “ l'accordo sottoscritto potrebbe permetterci di valutare la possibilità di sospendere il fermo (ma non di revocarlo): gli impegni assunti e le soluzioni indicate potranno , infatti, essere misurate  solo nei prossimi giorni e , per una parte, solo nelle prossime settimane”. 

Documenti Allegati: 
Area Tematica: