. Rifinanziato sino al 2020 il programma

Il 20 giugno 2017, il Consiglio dell’Unione Europea ha approvato la richiesta di modifica avanzata dal Parlamento Europeo di revisione del Quadro Finanziario Pluriennale dell’Unione Europea. Tale revisione, tra l’altro, prevede un rifinanziamento dell’Iniziativa di Occupazione Giovani a livello europeo di circa 1,2 miliardi di euro. La parte di risorse aggiuntive destinate all’Italia ammonta a 343 milioni di euro.

Inoltre, sulla base dell’indicazione della Commissione europea e dei buoni risultati raggiunti dal programma nazionale Iniziativa Occupazione Giovani, il Dipartimento per le Politiche di Coesione della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha proposto, d’intesa con le Regioni e le Province Autonome di destinare una quota di risorse derivante dall’aggiustamento tecnico al Bilancio europeo, pari a 560 milioni di euro, ad interventi di contrasto della disoccupazione giovanile.

Alle risorse comunitarie (circa 903 milioni di euro circa) si aggiungeranno anche risorse nazionali per circa 392 milioni di euro.

Alla luce di ciò, l’ammontare delle risorse aggiuntive a disposizione del programma nazionale Iniziativa Occupazione Giovani ammonta a quasi 1,3 miliardi di euro aggiuntivi.

Tali fondi saranno destinati alla prosecuzione, sino al 2020, degli interventi a sostegno dei “NEET” – Not (engaged) in Education, Employment or Training – attraverso la cornice attuativa della Nuova Garanzia Giovani, esito del lavoro di monitoraggio sull’esperienza gestionale delle amministrazioni regionali e centrali coinvolte e dei dati del programma al 31 dicembre 2016.

Le nuove risorse stanziate contribuiranno, inoltre, nelle regioni del Mezzogiorno, ad un ulteriore sostegno degli interventi di contrasto della disoccupazione, destinato più in generale ai giovani, anche oltre la paltea dei “NEET”.

Entro la metà di settembre la proposta di riprogrammazione verrà finalizzata ed inviata alla Commissione Europea, che si esprimerà nei tre mesi successivi. Nel medesimo periodo saranno aggiornati anche i piani di attuazione delle Regioni e delle Province Autonome.

Area Tematica: