. Evitato in parte l'aumento dell'IVA agevolata per il 2018, in attesa della completa sterilizzazione nella legge di bilancio 2018

La sterilizzazione degli aumenti IVA è stata anticipata dal decreto fiscale collegato alla legge di bilancio 2018. Si tratta, per il momento, di una sterilizzazione parziale che riguarda solo l’aliquota IVA agevolata ma in base a quanto promesso dal Governo, la sterilizzazione delle clausole di salvaguardia IVA per il 2018 sarà totale e verrà completata dalla legge di bilancio.

Per il momento, l’articolo 5 del Decreto Legge  16 ottobre 2017, n. 148, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 242 del 16 ottobre 2017, prevede la sterilizzazione parziale, pari a soli 0,36 punti percentuali, dell’aumento dell’aliquota Iva agevolata che dal 1 gennaio 2018 passerà dal 10% all’ 11,14% in luogo dell’11,50% previsto dalla manovra correttiva dello scorso anno  (cfr decreto legge 24 aprile 2017, n. 50, art. 9). Restano, invece, confermati tutti gli altri incrementi. In particolare, l’aliquota agevolata continuerà ad aumentare nel 2019 e nel 2020, arrivando rispettivamente al 12% ed al 13%. Nessuna sterilizzazione per l’aliquota ordinaria che, allo stato, dal 1 gennaio 2018 aumenterà di 3 punti percentuali, passando dal 22% al 25%.

Ricordiamo che l’aliquota ordinaria sarebbe dovuta aumentare già dal 1 gennaio 2017, ma tale incremento è stato scongiurato e posticipato al 2018 dal DL 50/2017.

Nessun incremento delle accise nel 2018, come disposto dalla manovra correttiva dello scorso anno che ne aveva rinviato l’aumento al 2019 (art. 9, decreto legge 24 aprile 2017, n. 50). 

Area Tematica: