. Agriturismi in riva al mare

Una proposta integrata per la destinazione Romagna. Si comincia a Milano Marittima al Corallo Beach 279

La CNA di Ravenna è da sempre impegnata per valorizzare la forza dell’insieme del turismo romagnolo; in questa direzione vanno iniziative come “Sentieri e Sapori” nell’appennino faentino, “Artigiani in Spiaggia” nel cervese e nel ravennate, “Starbene in Romagna” nelle tre province romagnole.

La nuova idea progettuale parte proprio su questo solco, con una prima tappa sperimentale a Milano Marittima, grazie alla disponibilità e alla collaborazione del Bagno Corallo Beach 279.

Si tratta di: AGRITURISMI IN RIVA AL MARE, un progetto che vuole integrare e allargare il prodotto turistico balneare legandolo – sempre alla ricerca della massima qualità – all’offerta collinare e artigianale tipica proprio dei nostri agriturismi.

Le prima tappe di questo percorso saranno:

  • 27 giugno – ospite l’Agriturismo Castagnolo di Casola Valsenio
  • 11 luglio – ospite l’Agriturismo La Vezzana di Sarna

In entrambe le occasioni verranno presentati, con un menù speciale, prodotti assolutamente originali e garantiti, legati a doppio filo con la migliore tradizioni romagnola proprio perché certi che i tanti turisti del mare oggi abbiano voglia di nuove esperienze e di un’offerta più reale, ampia e articolata.

“La spiaggia – ha dichiarato Sauro Bernabei, presidente della CNA di Cervia durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento che si è tenuta ieri presso il Bagno Corallo di Milano Marittima - è una grande risorsa turistica, la principale motivazione che spinge un turista a scegliere una vacanza a Cervia, e può diventare un vantaggio per tutto il sistema quando riesce a integrarsi maggiormente con il resto dell’offerta, operando come attrattore globale per far conoscere l’intero territorio romagnolo.  Per questo dobbiamo fare in modo che il turista continui ad arrivare in città anche perché convinto da una nuova offerta di piacere e bellezza collegata alla risorsa spiaggia, al territorio e promossa dalla città nel suo complesso, allo scopo di aumentare il “valore” di ogni presenza.”

“Le imprese balneari, quelle artigiane legate al food&wine, gli agriturismi della collina romagnola - afferma Nevio Salimbeni, responsabile di CNA Turismo e componente della Cabina di Regia della “destinazione Romagna” - rappresentano un valore aggiunto per il nostro turismo. Sempre più dobbiamo essere in grado di fornire esperienze, tipicità, unicità, proprie di questo ampio territorio. All’interno di questo contesto nascono alcune proposte che, oltre ad essere delle esperienze speciali, valorizzano la rete fra varie realtà associate alla CNA che l’Associazione mette a disposizione del movimento turistico.”

“In una competizione globale – ha aggiunto Andrea Massi, titolare del Bagno Corallo - occorre mettere in campo una visione di contesto più ampia: il turista che viene a Cervia è lo stesso che può rivolgersi ad altre località italiane o straniere;  le esigenze della domanda spesso sono le stesse, occorre fare la differenza nella qualità e nell’unicità del prodotto turistico”.

A conclusione della conferenza stampa è intervenuta l’assessore alle Attività Produttive del Comune di Cervia, Rossella Fabbri che ha lodato soprattutto il carattere innovativo del progetto, cioè quello di offrire al turista un territorio integrato che propone prodotti di qualità e non di serie.

“Ed è proprio questa la caratteristica del lavoro artigianale - ha sottolineato -, rendere unico il prodotto che viene proposto, credendo fermamente nel suo valore”.

Area Tematica: