. Alternanza scuola-lavoro: una partnership per combattere la disoccupazione

CNA Varese e Istituto Prealpi di Saronno hanno da tempo sviluppato un rapporto di conoscenza e collaborazione che è stato formalizzato il 14 settembre 2017 con una convenzione firmata da Luca Mambretti, presidente di CNA  e da Paolo Strano, preside dell’istituto Prealpi.

L’istituto offre oggi diversi indirizzi professionali: quello socio-sanitario per odontotecnici, l’alberghiero, ci sono poi l’istituto tecnico per il turismo e amministrazione, finanza e marketing, e infine i licei scientifico e sportivo. Una gamma interessante di professionalità che dal rapporto con le imprese non può trarre altro che vantaggi.

«In una scuola come la nostra, che ha diversi indirizzi professionali, l’alternanza scuola-lavoro non è una novità, ma una prassi che con la “buona scuola” diventa un’ulteriore opportunità, per rendere sempre più concrete e tangibili parole come professione, lavoro, competenze» ha commentato il preside, Paolo Strano.

Per questo CNA, che già accoglie in stage i giovani odontotecnici presso i laboratori associati, ha accettato di progettare una partnership che permettesse a tutti gli attori di trarne giovamento, anche ampliando la platea di imprese andando oltre il settore odontotecnico: «Le imprese, si sa, fanno investimenti in attrezzature e macchinari che la scuola, sia pubblica che privata non può permettersi - ha sottolineato Simone Angeri, presidente del gruppo degli odontotecnici di Cna Varese e ex studente dell’Istituto - La novità di questo progetto è far conoscere le nuove tecnologie con lezioni su misura in azienda per i giovani odontotecnici, consolidare il rapporto scuola lavoro con un investimento fondamentalmente in tempo da parte di imprese che restano orgogliosamente artigiane».

«Oggi la scuola collegata con il mondo del lavoro è una risposta strutturale alla disoccupazione - ha concluso Luca Mambretti, presidente CNA Varese - dobbiamo credere e investire nei nostri giovani, nella loro capacità di apprendere, nella loro voglia di immaginarsi il futuro e quindi capire come orientarsi sia in un percorso universitario che professionale. Siamo consapevoli che proprio nelle nostre piccole imprese artigiane, tessuto produttivo del nostro paese, si possa svolgere la funzione di orientare e aiutare a scegliere il proprio percorso».

 

Area Tematica: