. B-Mentor Erasmus Plus. Pesaro rappresenta l’Italia nel team che comprende Spagna, Grecia, Polonia e Turchia

Un progetto europeo sul turismo che vede Pesaro rappresentare l’Italia. Si chiama B-Mentor Erasmus Plus ed è un progetto finanziato dalla Ue che ha come scopo quello di sviluppare nuove professionalità che possano migliorare le strutture ricettive e turistiche dei propri paesi. E’ un progetto presentato, e approvato dall’Europa, che ha visto capofila la CNA di Pesaro e Urbino che si è avvalsa della consulenza della società Training 2000. Gli altri partner del progetto sono il Centro di alta formazione di Cracovia (Polonia); la Provincia basca di Alava (Spagna); l’Associazione ellenica di management (Grecia); il Centro di formazione creativa 2020 (Spagna) e l’Associazione di cultura e turismo di Mudurlugu (Turchia).

L’Italia è rappresentata per l’appunto dalla CNA di Pesaro e Urbino. Nei giorni scorsi il primo incontro operativo, il “Kick-off Meeting” che si è tenuto in Spagna a Vitoria-Gasteiz, capitale dei Paesi Baschi, una regione molto ricca del paese. A rappresentare l’Italia, segretario territoriale della CNA di Pesaro e Urbino, Moreno Bordoni ed Elmo De Angelis della società Training 2000.

“Questo gruppo di lavoro intereuropeo - dice il direttore territoriale CNA, Moreno Bordoni - avrà il compito di individuare nuove professionalità nel settore turistico, attualizzando non solo le attuali competenze e abilità, ma creando veri e propri specialisti; nuove figure nel settore dell’accoglienza e della ricettività; uomini e donne destinati a mantenere alta la qualità dell’offerta turistica dei paesi partecipanti al progetto”.

Un progetto che si concluderà nel 2019 e che porterà indubbi benefici anche alla nostra provincia e non solo in termini di immagine. Ma questo del settore turistico è solo uno dei quattro progetti europei presentati (ed approvati), dalla CNA di Pesaro e Urbino.

“Possiamo con orgoglio affermare – conclude Bordoni – che grazie alla nostra associazione l’Italia sarà capofila di altri tre team inter europei sui temi della logistica ecosostenibile su quello dell’autotrasporto merci e sul trasporto di merci pericolose. Un modo concreto non solo per dare risposte e prospettive future alle nostre imprese ma anche per utilizzare in maniera virtuosa le risorse messe a disposizione dell’Unione europea per i progetti innovativi”.     

Area Tematica: