. Bando su qualità e innovazione delle strutture ricettive. Soddisfazione per la buona risposta delle imprese

Soddisfazione della CNA Picena e di Fidimpresa Marche di Ascoli per la buona risposta che sta avendo fra le imprese il bando su qualità e innovazione delle strutture ricettive. Balloni e Capriotti: “Tornare ad investire in una provincia come la nostra può far ben sperare per il miglioramento delle struttiure ricettive e dell’offerta turistica che darebbe sicuramente maggiore risalto ad un territorio che ne ha bisogno e che può fare del turismo un importante volano dell’economia locale”.

 

Por Marche Fesr 2014-2020 Regione Marche - Asse 3 - Azione 8.2 Miglioramento della qualità, sostenibilità ed innovazione tecnologica delle strutture ricettive

Soggetti Beneficiari: Le micro, piccole e medie imprese del settore turistico: alberghi e strutture simili (inclusi gli alberghi diffusi e le dimore storiche); villaggi turistici; country house; campeggi; case e residenze per vacanze (con partita IVA) affittacamere (con partita IVA); bed&breakfast con partita IVA.

Obiettivo: Incentivare progetti di riqualificazione di strutture ricettive esistenti e già operanti, attraverso interventi di ristrutturazione, straordinaria manutenzione, restauro e risanamento conservativo e ampliamento delle stesse, purché finalizzati al miglioramento del livello di sostenibilità ambientale, dell’accessibilità, dell’innovazione tecnologica, all’adeguamento ed adesione ai disciplinari di prodotto.

Tipo di intervento: Le opere oggetto di contributo sono le seguenti: lavori ed opere edili, compresi gli impianti (ad esclusione degli interventi di manutenzione ordinaria): in questo caso il contributo è pari al 50% e sono ammesse, nel limite del 10% del totale del progetto, anche le spese di progettazione; beni strumentali e attrezzature, compresa la dotazione informatica: in questo caso il contributo è pari al 40%; –arredi, il cui coefficiente di ammortamento non deve superare il 12% annuo (l’intensità del contributo è del 30); acquisto di beni immobili, terreni e fabbricati: il contributo è del 20%.

Importi ammissibili: Il costo complessivo ammissibile per la realizzazione del progetto, non può essere inferiore a 50.000 euro e non superiore a 200.000 Euro DECORRENZA SPESE: Sono ammissibili le spese sostenute a partire dal 1 gennaio 2015. I lavori dovranno essere conclusi entro 12 mesi dalla data di concessione del contributo.

Importante: L’intervento distingue la tipologia di strutture ricettive nei segmenti: ‘Family’– rivolto alle strutture ricettive specializzate nell’accoglienza di famiglie con bambini; ‘Cultura’ – rivolto a strutture ricettive specializzate nell’accoglienza del turista culturale e che si pongono come punti di promozione delle risorse culturali del territorio che le circonda; ‘Trekking’ – rivolto a strutture ricettive specializzate nell’accoglienza di appassionati di trekking, di pellegrini e di turisti “slow” che affrontano il viaggio a piedi; ‘Bike’– rivolto a strutture ricettive specializzate nell’accoglienza di ciclisti e di turisti “slow” che affrontano il viaggio in bicicletta; ‘Benessere’ – rivolto a strutture ricettive con terme/spa, strutture ricettive con centro benessere, specializzate nell’accoglienza di turisti che ricercano il relax ed il benessere del corpo e della mente; ‘Business’ – rivolto a strutture ricettive specializzate nell’accoglienza di chi viaggia per lavoro; ‘Meeting’ – rivolto a strutture ricettive dotate di sale convegni, specializzate nell’accoglienza di meeting.

Risorse Disponibili: € 1.953.653,30 mln

Scadenza del Bando: 15 gennaio 2018

Sono ammesse alla misura le imprese con i seguenti codici Ateco (classificazione 2007):

55.10.00 - alberghi e strutture simili

55.20.10 - villaggi turistici

55.20.5 - attività ricettive rurali

55.20.5 - esercizi di affittacamere

55.30.00 - aree di campeggio

 

Area Tematica: