. Con Milena Canonero premiato l'artigianato italiano

Con il riconoscimento al suo lavoro per i costumi di Grand Budapest Hotel, Milena Canonero riporta la magia degli Oscar in Italia. Per la costumista, nata a Torino 69 anni fa, si tratta della quarta statuetta 39 anni dopo quelle per Barry Lyndon di Stanley Kubrick, per Momenti di gloria di Hugh Hudson e infine per Marie Antoinettedi Sofia Coppola. Un ringraziamento unico e totale al regista Wes Anderson che la Canonero ha definito il "compositore, conduttore e guida unica" del film. Con il regista texano la costumista aveva già lavorato in La vita acquatica di Steve ZissouIl treno per il Darjeeling.

"Ho appreso con grande gioia la notizia della vittoria di Milena Canonero - afferma Sergio Silvestrini, Segretario generale della CNA -. L'Oscar è un sogno che prende forma e il fatto che sia "un'artigiana dello spettacolo" ad averlo ricevuto, per la quarta volta, mi rende ancora più felice e orgoglioso. Milena Canonero rappresenta al meglio l'eccellenza e il saper fare italiano, quella creatività che prende forma grazie ad una sapienza artigianale unica e per questo apprezzata e giustamente premiata in tutto il mondo".