. Detrazioni per lavori legati al risparmio energetico

Con CNA Cittadini si possono inviare all’ENEA i dati per i lavori che possono beneficiare del Bonus Ristrutturazione. 

È da poco attivo il portale di ENEA, rivolto ai contribuenti che già a decorrere dal 1/01/2018 hanno eseguito interventi la cui fine lavori ricade entro il 2018 e che godono del Bonus Ristrutturazione, cui occorre trasmettere una comunicazione ai fini del monitoraggio e della valutazione del risparmio energetico conseguito.

L’invio dei dati, in riferimento al 2018, deve avvenire con le seguenti tempistiche:

- per gli interventi con “fine lavori” tra il 1/01/2018 ed il 21/11/2018 compreso, entro il 19/02/2019;

- per tutti gli altri interventi che terminano dal 22/11/2018, entro 90 giorni dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo.

“Occorre porre attenzione – afferma Fabio Bianchi, responsabile di CNA Cittadini Forlì-Cesena – a cosa si invia all’ENEA. La comunicazione riguarda interventi che determinano un risparmio energetico o che utilizzano fonti di energia rinnovabili e che rientrano nella fruizione del Bonus Ristrutturazione.

Sono, quindi, interventi diversi da quelli volti alla riqualificazione energetica degli edifici, che beneficiano dell’Ecobonus (ex 65%)”.

In sintesi, gli interventi più frequenti riguardano la sostituzione della caldaia con una a condensazione, l’installazione di condizionatore con pompa di calore ad integrazione dell’impianto esistente, la sostituzione di finestre comprensive di infissi con modifica di trasmittanza rispetto ai precedenti, la sostituzione di porte blindate che separano gli ambienti caldi da quelli freddi e che rispettino i criteri di trasmittanza; acquisto di elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), solo se collegati ad un intervento di recupero del patrimonio edilizio (forni, frigoriferi, lavastoviglie, piani cottura elettrici, lavasciuga, lavatrici)

“Se pertanto – conclude Bianchi – nel corso del 2018 si è effettuato almeno uno degli interventi interessati, occorre inviare la comunicazione all’ENEA nei tempi anzidetti.

Questo adempimento potrà essere seguito dal tecnico che ha effettuato l’intervento, oppure da altro soggetto solo qualora il tecnico/installatore/produttore, abbia fornito tutti i dati richiesti dalla pratica di invio”.

Si precisa che CNA Cittadini è a disposizione per l’inoltro della comunicazione.