. È di Giuliano Merlini la prima Bottega Scuola liutaia della Regione Toscana

Anche Bagno a Ripoli ha la sua prima Bottega-Scuola. Ad essere stata accreditata è l’attività di Giuliano Merlini, Maestro Artigiano Liutaio, e la sua è anche la prima bottega scuola di liuteria di tutta la Regione Toscana. Per queste motivazioni l’artigiano bagnese ha ricevuto oggi un riconoscimento da parte del Comune, consegnato direttamente da Francesco Casini sindaco di Bagno a Ripoli e Francesca Cellini assessore allo Sviluppo economico di Bagno a Ripoli. Presenti alla premiazione anche Simona Innocenti vicepresidente di Cna Firenze, Aldemaro Becattini presidente di Cna Firenze-Comprensorio Chianti e Daniela Falorni coordinatrice di Cna Firenze comprensorio Chianti.

Classe ’65, Giuliano ha costruito il suo primo strumento musicale all’età di 16 anni da autodidatta e oggi ha una bottega a Bagno a Ripoli (in via Antonio Gramsci 8), aperta nel 1996. Il Maestro Artigiano ha frequentato la scuola di Liuteria di Parma al Conservatorio “A. Boito” dal 1987 al 1992; in seguito ha svolto due anni di Contratto Formazione Lavoro da Arte Liutaria di Carlo Vettori Liutaio (in via Guelfa a Firenze).

«Sono grato per questo importante riconoscimento che corona la mia attività ventennale nel settore liutario, sempre svolta a Bagno a Ripoli – ha commentato Giuliano Merlini -. Il percorso per arrivare all’accreditamento da parte della Regione Toscana non è stato semplice: ho ottenuto la qualifica di Maestro Artigiano nel 2015 e successivamente, con il supporto di Cna Firenze, ho richiesto e ottenuto l’accreditamento per diventare anche Bottega Scuola. Insegnare è utile per far conoscere una delle tradizioni artigianali del territorio ai giovani che possono così apprezzare l’arte del fatto a mano e tramandarla a loro volta».

«Esprimo grande soddisfazione per un’impresa di prestigio che consente di avvicinare persone al mondo dell’artigianato - ha detto Aldemaro Becattini, presidente di Cna Firenze-Comprensorio Chianti -. Il mio apprezzamento va anche alle istituzioni che valorizzano e pongono particolare attenzione alle nuove generazioni, alla trasmissione dei saperi del lavoro e, soprattutto, della passione per un mestiere. Questi valori fondamentali si stanno perdendo e dunque, a maggior ragione, va coltivato il sostegno alle Botteghe Scuola e ai nostri Maestri Artigiani».

«Per noi oggi è un vero piacere partecipare alla premiazione del nostro Mastro Artigiano Giuliano Merlini e ringrazio le istituzioni che sostengono, seguono e incentivano con molta attenzione tali progetti – ha spiegato Simona Innocenti, vicepresidente di Cna Firenze -. Questi esempi, nobilitano, ancor di più, il lavoro artigianale dando la possibilità di tramandare, alle nuove generazioni, mestieri che hanno fatto grande il nostro Paese. Le Botteghe-Scuola saranno il nostro futuro. D’altronde per imparare il mestiere artigiano occorrono giovani occhi in grado di “rubare” dalle mani dei sapienti».

«Siamo felici e orgogliosi – dicono il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini e l’assessora allo sviluppo economico Francesca Cellini - di consegnare al Maestro artigiano liutaio Giuliano Merlini un riconoscimento per l’importante traguardo raggiunto con la sua Bottega Scuola liutaia, la prima in assoluto dell’intera regione. Da parte nostra, a nome dell’intera amministrazione comunale, un augurio a proseguire con la stessa passione la sua brillante attività, fiore all’occhiello della tradizione artigiana del territorio. In un momento in cui la tecnologia sembra governare ogni settore dell’agire umano, vengono premiati il pregio e il valore di una artigianalità così specifica e preziosa che con l’abilità dell’uomo e strumenti manuali dà vita all’eleganza di un violino. Un patrimonio di ‘saper fare’ e di storia che va tutelato, diffuso tra le giovani generazioni e declinato al futuro».  

 

Area Tematica: