. Estetica sociale, Al via a Forlì il primo corso nazionale

E’ partito il primo corso nazionale di estetica sociale per estetiste, acconciatori ed operatori olistici, nato dall’accordo tra CNA Forlì-Cesena e Istituto Tumori della Romagna IRST IRCCS. Alle lezioni partecipa anche una piccola delegazione di imprenditrici reggiane, tra cui la presidente CNA Benessere e Sanità Alessandra Spaggiari, che lo scorso ottobre ha promosso una serata di presentazione del progetto presso la sede reggiana di CNA.

Obiettivo del corso è formare esperti che esercitino trattamenti mirati su soggetti anziani, persone oggetto di trattamenti socio sanitari o, ancora, sottoposte a chemioterapia e recupero post oncologico. Trucco semipermanente, massaggi, make-up e, in generale, la cura estetica della persona e della propria immagine, per restituire autostima e riduzione del carico psicologico.

“Esistono già parecchi esempi di collaborazione di estetiste con strutture sanitarie, - spiega Alessandra Spaggiari - ma sempre nella forma del volontariato e senza garanzie di continuità e monitoraggio sistematico dei risultati per migliorare l’efficacia di questa collaborazione. Il riconoscimento di questa nuova specializzazione dell'estetica sarà una conquista per l'intera categoria, offrirà servizi garantiti e potrà originare una nuova linea di ricerca sul piano scientifico”.

Il corso di specializzazione, gestito da CNA Formazione, è costituito da un’area comune, della durata di 150 ore, e da tre percorsi specifici della durata di 92 ore ciascuno: geriatricosocio sanitario e oncologico. Oltre agli aspetti tecnici e medici, nel corso saranno approfonditi i temi della comunicazione interpersonale e della relazione con il cliente, supportata da elementi di psicologia che aiutino a identificare i bisogni e le esigenze esplicite ed implicite del soggetto. I docenti sono esperti dell’IRST, tra i quali psiconcologi, oncologi, radioterapisti, nutrizionisti, dermatologi, comunicatori oltre a esperti di CNA e altri professionisti psicoterapeuti e psichiatri qualificati.

“Dovendosi relazionare con persone che vivono situazioni molto delicate – continua la presidente CNA Benessere e Sanità - è importante formare figure professionali di socio-estetiste per definire e proporre interventi su misura alle esigenze del paziente. Questo aspetto rappresenta la parte più stimolante ma anche più difficile del percorso, che si arricchisce di un carico emotivo da imparare a gestire”.

“Sono molto contenta di aver avuto la possibilità di frequentare questo corso – conclude la presidente Spaggiari - insieme ad altre mie colleghe reggiane, in modo da poter iniziare a diffondere queste nuove competenze sul nostro territorio. Non escludiamo la possibilità in futuro di poter organizzare lo stesso corso a Reggio se ci fosse molto interesse da parte della categoria.