. Formazione dei tributaristi lapet e dei professionisti in materia di fiscalità pubblica

La CNA Sicilia ha colto l’opportunità di un recente accordo, sottoscritto a livello centrale tra Anpci (Associazione nazionale dei piccoli comuni d’Italia) e Associazione Nazionale Tributaristi lapet, per promuovere nell’isola un percorso formativo a beneficio di quanti, titolari di partita Iva, vorranno approfondire le proprie conoscenze e i propri orizzonti in tema di chiusura di bilanci, bandi, Dup e programmazione economico-finanziaria. 

L’intesa, siglata a Palermo nella sede della Confederazione alla presenza del segretario regionale Piero Giglione, ha visto protagonisti Elisa Artosi, consigliere nazionale e presidente della commissione aggiornamento e formazione Lapet, Iacopo Buriani, responsabile di Italia Faster, e Tindaro Germanelli assieme a Francesco Cuccia, rispettivamente presidente e responsabile CNA Professioni Sicilia.

Si tratta di una iniziativa di estrema rilevanza – spiega  Germanelli -  ed è la prima in Italia espletata attraverso un avviso pubblico. Misure e stanziamento sono contenuti nel Programma Operativo Regionale Sicilia a valere sul Fondo Sociale Europeo 2014-2020. C’è una specifica dotazione finanziaria che ammonta a 1 milione e 800mila euro. E uno dei passaggi fondamentali è rappresentato dal fatto che, sulla base dell’accordo nazionale, è stato sancito che gli Enti Locali, aderenti all’Anpci, si impegnano – conclude il presidente regionale CNA Professioni - a tenere conto, nei propri bandi e nell’attribuzione degli incarichi, della formazione specialistica conseguita dai professionisti Lapet tramite i corsi in convenzione”.

Il termine ultimo, per la presentazione delle istanze di adesione all’avviso, è fissato per il prossimo 30 novembre. Gli interessati saranno seguiti ed accompagnati, nell’istruzione e presentazione della pratica telematica alla Regione, da personale esperto della CNA.

 

Area Tematica: