. Il decimo compleanno del fondo di formazione dell'artigianato

Fondartigianato, così viene comunemente chiamato il fondo di formazione dell'artigianato, è stato il primo Fondo interprofessionale per la formazione continua ad esser autorizzato dal Ministero del Lavoro nel 2001 ed è operativo da 10 anni, la sua attività comincia infatti nel 2004. Da allora il Fondo, che vanta oltre 170 mila aziende aderenti (oltre 600mila lavoratori), ha messo a disposizione per attività di formazione continua alle imprese, più di 265 milioni di euro.

E' il Fondo per eccellenza della micro impresa italiana, il 92,5% delle imprese che hanno usufruito di formazione continua attraverso gli strumenti di Fondartigianato ha infatti meno di 10 dipendenti.

Il prossimo 4 dicembre, per celebrare i primi dieci anni di attività, si terrà a Roma un convegno dal titolo: "La sfida continua, continua la formazione". I primi 10 anni di Fondartigianato" alla presenza del Commissario Straordinario INPS Tiziano TreuPierantonio Varesi, Presidente ISFOL, l’On.le Carlo Dell’Aringa e l’Assessore Gianfranco Simonicini.

 

 

Scheda Tecnica

Il  FONDO ARTIGIANATO FORMAZIONE (in breve FONDARTIGIANATO) è il Fondo Interprofessionale per la Formazione Continua previsto dalla legge 388/2000, con la quale si delega ad Enti di natura privatistica, costituiti dalle parti sociali, la gestione dei contributi già versati dalle aziende per legge e destinati alla formazione ed all'aggiornamento dei propri dipendenti.

Si tratta dello 0,30% del monte salari, già compreso nell’1,61% che le imprese pagano per l’assicurazione contro la disoccupazione involontaria

Fondartigianato è un'associazione riconosciuta costituita dalle Confederazioni dell’Artigianato: Confartigianato, CNA, Casartigiani, CLAAI e dalle Organizzazioni Sindacali dei Lavoratori:  CGIL, CISL, UIL.

E' il primo Fondo autorizzato dal Ministro del Lavoro, con decreto del 31 ottobre del 2001 ed operativo da maggio 2004; promuove, realizza e diffonde iniziative di formazione continua all'interno di piani formativi elaborati in sede di dialogo sociale, volte alla valorizzazione delle risorse umane ed allo sviluppo dei settori di attività dell'artigianato delle piccole e medie imprese.

La formazione continua costituisce infatti il fattore determinante per il miglioramento delle funzioni strategiche funzionali a gestire il cambiamento, l'innovazione organizzativa dell'impresa e l'adeguamento delle sue strategie commerciali, il consolidamento della sua presenza sul mercato, nonché la crescita delle competenze dei lavoratori e delle loro prospettive professionali.

Fondartigianato compie la sua missione tramite le sue articolazioni dislocate sull’intero territorio nazionale: per venire incontro alle necessità delle aziende e dei lavoratori tramite un contatto immediato Fondartigianato è presenti nei capoluoghi delle regioni e delle province autonome italiane.

Le Articolazioni Regionali sono articolazioni interne del Fondo, sono costituite dal Comitato Paritetico e dal Gruppo Tecnico di Valutazione e svolgono attività di indagine, orientamento, promozione degli interventi formativi; valutano e predispongono la graduatoria dei progetti e realizzano il monitoraggio secondo le modalità e le indicazioni del Fondo; sono di supporto al Fondo nella definizione degli indirizzi e nella programmazione periodica delle attività; si rapportano con le istituzioni regionali e con i livelli regionali e territoriali delle parti sociali costituenti il Fondo.

Dalla fine del 2004 a tutto l’anno 2014, Fondartigianato  - attraverso Inviti a presentare Progetti pubblicati nella Gazzetta Ufficiale - ha già messo a disposizione per attività di formazione continua oltre 265.000.000 di euro.

Guardando all’interno di questo cammino lungo oltre dieci anni è possibile mettere in evidenza alcune performance ottenute, come ad esempio:

  • il numero delle imprese coinvolte, pari a circa 25.000, mentre per i lavoratori le cifre salgono arrivando a quasi 200.000;
  • per la formazione con contenuti professionalizzanti raggiunge circa il 60% del totale complessivo;
  • i progetti finanziati sono oltre 8.000 per un totale di risorse che supera i 200.000.000 di euro.

Complessivamente le adesioni nel corso del 2014 hanno fatto registrare ancora una tenuta, nonostante la crisi,  attestandosi intorno alle  170.000 aziende, per circa 620.000 lavoratori.

Al riguardo, Fondartigianato a buon diritto può essere definito il Fondo per eccellenza della piccola impresa: la concentrazione più significativa degli aderenti si colloca nella fascia tra 1 e 9 dipendenti, per un’incidenza pari all’ 92,5% di imprese. I settori principali che popolano il bacino delle adesioni sono principalmente: le costruzioni, la meccanica, i servizi in genere e, in forma minore, alimentari, tessili, gomma plastica ecc.

Nell’ambito della programmazione delle attività per l’anno in corso, il Consiglio di Amministrazione di Fondartigianato, ha reso disponibili 54 milioni di euro per il biennio 2013-2015, articolato in specifiche linee d’intervento finalizzate a dare continuità alle sperimentazioni realizzate negli anni precedenti e mirate a finalità, ambiti  ed obiettivi specifici, quali lo sviluppo territoriale, il sostegno ai settori produttivi, alla micro impresa, all’innovazione e agli  interventi multiregionali; l’utilizzo  del voucher a progetto e delle richieste di acquisto a sportello di  servizi formativi per  gli investimenti tecnologici; al sostegno delle imprese nei processi di riorganizzazione e dei lavoratori interessati da ammortizzatori sociali.

Per conoscere le opportunità di formazione, le modalità di adesione al Fondo ed ogni altra informazione utile, l’indirizzo web  è www.fondartigianato.it

Area Tematica: