. Il mercato delle costruzioni in Sardegna Consuntivo 2018 e stime previsionali 2019

Costruzioni: si consolida la ripresa nel 2018, +1,7%. Crescita più sostenuta nel 2019, +4,2% gli investimenti e +3,5% il volume d’affari 

Nel 2018 a consuntivo:

  • bene la nuova produzione edilizia +3%, trainata dal buon andamento del mercato abitativo +2,6% e dal non residenziale +17,7%
  • si rafforza la ripresa del mercato immobiliare +9%: 13.000 nuove transazioni di abitazioni +6,5% e +20% le compravendite non residenziali
  • in espansione i volumi di credito: crescono i finanziamenti all’acquisto +17% e alla costruzioni di immobili +7,6%
  • bene le opere pubbliche +8% e i bandi di gara +23% nel valore
  • debole l’occupazione, mancano all’appello 23 mila occupati dal 2008, stabili le imprese attive (0,3%) – 3.800 quelle artigiane cessate negli ultimi 10 anni

2019: fase espansiva che vede crescere, per la prima volta dall’inizio della crisi, tutti i segmenti del mercato; opere pubbliche e immobiliare su tutti trainano il settore

L’aggiornamento della dinamica dei principali indicatori di riferimento, per il settore delinea un quadro con una presenza di segni positivi, sebbene permangano alcuni elementi di debolezza. Si consolida il trend espansivo del mercato immobiliare sostenuto dal credito all’acquisto in espansione dal 2014. Si rafforza la ripresa di quello non residenziale. Dal credito arrivano segnali di crescita anche per gli investimenti nell’edilizia residenziale e non residenziale, che depongono per una ripresa della nuova produzione edilizia tutta.

Crescono le opere pubbliche +8%, trainate dalle opere del genio civile nonché da importanti interventi di reti ed edifici in ambito sanitario ed universitario.

Sul fronte dell’offerta regna incertezza, anche se si attenua la decrescita sul fronte delle imprese; rimane debole l’occupazione che si riduce nel corso dell’anno a 39 mila occupati.

Nel 2018 il volume d’affari del settore costruzioni in Sardegna è stimato in 4,7 miliardi di euro (+1,7% sul 2017), di cui 3,7 miliardi relativi ad investimenti e 970 milioni destinati alla manutenzione ordinaria.

Il primo mercato delle costruzioni regionale si conferma quello abitativo, che nel 2018 assorbe investimenti per 1,5 miliardi di euro (41%). Il secondo mercato regionale è quello delle opere pubbliche 1,4 miliardi (38%).

Documenti Allegati: