. Il sogno di fine estate della CNA anima Villa Baruchello: moda, buon vino e specialità per chiudere la bella stagione

Le luci del crepuscolo, un’ambientazione da favola, abiti da sogno, buona musica, vino e specialità del territorio: ottima riuscita per “Barville, sogno di fine estate” iniziativa organizzata dalla CNA Territoriale di Fermo e il suo circuito Vetrine Sibilline, con il sostegno di Fidimpresa Marche, Camera di Commercio, UnipolSai Negotium Assicurazioni, Sorbatti Cappelli e Accessori, La Fenice Centro medico diagnostico e fisioterapico e il patrocinio del Comune di Porto Sant'Elpidio, che si è tenuta ieri a Villa Baruchello.

Un appuntamento che ha visto protagonisti i settori moda e agroalimentare, in collaborazione con gli istituti IPSIA “O. Ricci” di Fermo e Liceo Artistico “Giulio Cantalamessa”.

Come evidenziato dal Sindaco Nazareno Franchellucci, presente in platea insieme agli assessori Milena Sebastiani e Carlo Vallesi, in apertura di serata, “Barville” si sposa perfettamente con la location scelta: Villa Baruchello, grazie anche all’azione dell’Amministrazione Comunale e della stessa CNA, sta tornando ad essere protagonista della vita cittadina, contribuendo con il suo fascino ad impreziosire gli eventi che vi si organizzano.

Un plauso alla struttura CNA e alle aziende che hanno collaborato alle iniziative estive dell’associazione di categoria è arrivato dal Presidente del direttivo zonale di Porto Sant’Elpidio Gaetano Pieroni.

Quello tra il mondo della formazione e il mondo del lavoro è un connubio rilevato anche da Massimo Mancini, in rappresentanza della CNA Federmoda regionale, mentre il Direttore Generale Alessandro Migliore ha ricordato l’impegno della CNA nel sostegno e supporto alle aziende dei territori colpiti dai sismi del 2016.

Alto gradimento per la sfilata, accompagnata dalla musica dell’Alvear Quartet (Anna Laura Alvear Calderon voce, Emanuele Evangelista pianoforte, Lorenzo Scipioni contrabbasso e Michele Sperandio batteria), degli abiti realizzati dal Liceo Artistico “Cantalamessa” di Macerata, che ha presentato le collezioni “White”, vincitrice della Notte della Moda di Montecassiano e “Luglio 1933- Un’Estate alla Rotonda”, terza classificata a Senigallia al 2° Concorso Nazionale “Moda e Formazione”. In passerella anche gli abiti dell’IPSIA “O. Ricci” di Fermo, presentati dalla professoressa Stefania Paris, coordinatrice moda dell’istituto superiore.

Ogni gruppo di abiti è stato abbinato alla presentazione di un vino: Sant’Isidoro per Maria Castelli, la passerina spumantizzata per Poderi dei Colli e il nuovo 003 per Castrum Morisci, ad affiancare i vini i prodotti tipici proposti da Franco Properzi di Colmurano.