. Industria 4.0: le imprese di Cna Toscana Centro e Cna Industria presentano le nuove frontiere dell’innovazione

Robot collaborativi per il manifatturiero; software e tecnologie in 3D per produzione in rete e prototipazione, rilievi laser e stampa, reverse engeenering, software per la gestione in rete di sostanze pericolose e radioattive. Questi, in sintesi sono solo alcuni esempi delle tecnologie innovative presentare ieri da alcune imprese socie Cna che hanno partecipato all’iniziativa “Industria 4.0. Quali risorse e tecnologie” organizzata da Cna Toscana Centro e Cna Industria Toscana Centro a Villa Smilea, di concerto con Regione Toscana, CNR di Pistoia, Comune di Montale e C.c.i.a.a. di Pistoia e Cassa di Risparmio di Orvieto. 

L’evento seguito da oltre 80 partecipanti è stato aperto da Claudio Bettazzi, Vicepresidente di  Cna Toscana Centro, insieme al Sindaco di Montale Ferdinando Betti e al presidente della C.c.i.a.a. di Pistoia, Stefano Morandi.  Ad entrare nel merito del  programma del Ministero dello sviluppo economico Industria 4.0  e delle opportunità che vengono messe a disposizione delle PMI - sia in termini di strumenti economici e fiscali sia in termini di esempi applicativi su un’esposizione di Tecnologie validanti che verranno esposte in uno spazio dedicato -  sono poi intervenuti  Piero Salvadori, responsabile Officina farmaceutica e Banca biologica IFC - CNR Pisa;  Albino Caporale, Direttore della Direzione "Attività produttive" della Regione Toscana; Alfeo Carretti, presidente nazionale di Cna Industria e Riccardo Gorgeri, presidente di Cna Industria Toscana Centro mentre il responsabile dell’Ufficio Credito di Cna Toscana Centro, Simone Marchi  ha presentato gli strumenti che si possono già attivare a beneficio delle aziende e il supporto che l’Associazione è in grado di garantire alle imprese per usufruire di questi finanziamenti.

Claudio Bettazzi, vicepresidente di Cna Toscana Centro, ha sottolineato “l’importanza competitiva della modernizzazione e della digitalizzazione del sistema delle piccole e medie imprese che, grazie alle risorse previste da Industria 4.0, possono oggi contare su un’Associazione che intende accompagnarle in ogni fase di questo percorso, mettendo a disposizione tutte le competenze, le professionalità e le esperienze utili a supportare progetti innovativi e ad intercettare ogni risorsa disponibile”.

Dal canto loro, il Sindaco del Comune di Montale e il Presidente della  Camera di Commercio di Pistoia  hanno confermato che Industria 4.0 rientra tra gli obiettivi prioritari delle istituzioni proprio per le potenzialità di sviluppo territoriale che è in grado di attivare, mentre Alfeo Carretti, presidente nazionale di Cna Industria ha ribadito come Cna, ad ogni livello, “intenda sfruttare al meglio ogni opportunità prevista da Industria 4.0, per consentire alle imprese di assumere un ruolo da protagoniste nel processo di modernizzazione di un sistema Paese in cui “fare rete” diventa elemento strategico, così come dimostrato dall’esperienza delle aziende di Cna Toscana Centro alle quali bisogna guardare come esempio da replicare a livello nazionale”.

Lo stesso impegno per consentire alle pmi di accedere ai finanziamenti  di Industria 4.0 è stato confermato da Albino Caporale, Direttore del settore Attività produttive della Regione Toscana che ha precisato come “Industria 4.0 è costruita per aiutare soprattutto le pmi a innovare. La Regione Toscana intende lavorare con grande attenzione su queste potenzialità, perché sono  proprio le pmi a dare valore alle filiere distrettuali, a fare rete, come accade in Cna, e quindi a contribuire allo sviluppo dei nostri territori. Bisogna però rimuovere alcuni ostacoli e calibrare bandi e risorse sul rinnovo dei macchinari e sui sistemi di software e connessioni di ultima generazione. È da qui che le imprese iniziano ad investire".

Infine, il Presidente di Cna Industria Toscana Riccardo Gorgeri, ha sottolineato che  “l’innovazione e le nuove frontiere tecnologiche rappresentano oggi una strada obbligata per tutte le imprese che sono consapevoli della necessità di investire per confrontarsi ad armi pari con i competitor italiani o esteri. La piattaforma Industria 4.0 ha già messo sul tavolo agevolazioni e risorse che possono spingere alla modernizzazione, ma non tutti ne sono a conoscenza. E’ quindi importante creare sempre nuove occasioni di incontro e stimolare le imprese ad approfondire queste tematiche” mentre, Argeo Bartolomei, membro della presidenza nazionale di Cna Industria  ha sottolineato il lavoro svolto da Cna ai tavoli ministeriali proprio per definire le strategie di Industria 4.0 e renderle fruibili alle piccole e medie imprese, ricordando l’importanza di lavorare insieme su questi temi per mettere a frutto le competenze e le esperienze che già le pmi hanno e che devono essere aiutate ad emergere.

L’iniziativa si è poi conclusa con dimostrazioni operative di nuove tecnologie innovative curate da alcune aziende socie come Universal Robot,   A & C di Fabbri Alessio, Fretless Idea, Elcos, Testi e Cini, Testi e Cini, Info-Tech di Pisaneschi Stefano,  UTL s.a.s. di Tanganelli Luca e C. e Syde.Technology.