. La cacciatrice di storie. Quando l’artigianato diventa un viaggio attraverso l’Italia

Marisa è un’impiraressa, infila perline di vetro di Murano. Quelle che nel passato erano utilizzate come merce di scambio, trasportate dai mercanti in fili colorati, lunghi a seconda del loro valore. Marisa lo racconta di notte, tra le calli veneziane, intrecciando perle di vetro e storia. Una guida d’eccezione, e soltanto una delle tante storie ‘scovate’ da Eleonora Odorizzi, fondatrice insieme al marito Andrea Miserocchi, di Italianstories.it, il portale che fa incontrare artigianato e turismo, vecchie storie con nuove, indimenticabili, esperienze. Tra i progetti vincitori del Premio Cambiamenti, organizzato da CNA in occasione del suo 70° anniversario, per la sezione ‘Promozione dell’Italia’.

Eleonora, oggi 43enne, di Riva del Garda, si laurea in Architettura e da subito sviluppa un profilo più da progettista che da architetto. “Nei primi anni – racconta - mi sono occupata di allestimenti di spazi, installazioni interattive, con un occhio sempre attento alla cultura e al turismo”.

Poi a un certo punto, insieme al marito, sente l’esigenza di realizzare qualcosa di suo, “un progetto che raccontasse quello che siamo. L’artigianato è sempre stata una delle mie passioni e con il turismo rappresenta uno degli asset fondamentali del nostro paese – spiega - ma immaginando di promuoverli insieme, ci siamo accorti che inspiegabilmente non avevano un punto d’incontro. E così unendo una terza passione, il digitale, è nato Italianstories”.

Eleonora e Andrea partecipano e vincono un bando europeo per nuove imprese e nel 2014 danno vita alla società...

Puoi continuare a leggere la storia di Eleonora Odorizzi e gli altri racconti di quotidiano ingegno su CNAStorie.