. La “rete sociale” come ammortizzatore della crisi e volano della ripresa

Una “rete sociale” non solo intesa come ammortizzatore “naturale” delle difficoltà economiche del momento, ma vista - anche e soprattutto - come opportunità di sviluppo e volano per la ripresa. “E’ proprio facendo riferimento a questi semplici ma fondamentali concetti – spiega Luigi Passaretti, presidente provinciale della CNA di Ascoli – che abbiamo scelto il tema che affronteremo sabato a Villa Picena nell’undicesima Festa dell’Artigiano organizzata dalla nostra CNA”.

“Noi associamo oltre tremila piccole e medie imprese del territorio – aggiunge Francesco Balloni, direttore della CNA di Ascoli – ma l’azione di sindacato, lo vediamo tutti i giorni nei nostri uffici, non si esaurisce certo con le sia pur tante e gravose problematiche che affliggono l’imprenditoria. Tremila imprese, è la stima che abbiamo fatto nella nostra provincia, vogliono dire anche all’incirca millequattrocento pensionati. E poi oltre cinquemila dipendenti delle ditte in questione. Per concludere con non meno di seimila persone, molti dei quali familiari degli imprenditori, che gravitano attorno alla CNA per servizi che vanno dal credito, al patronato e al caf. Una rete, qui nel Piceno, che può fare riferimento a un numero compreso fra quindici e ventimila persone. Ovvero una rete naturale di imprenditori, dipendenti, familiari e consumatori. Una risorsa dalle grandi potenzialità che come CNA abbiamo deciso di utilizzare per farne strumento di buone opportunità e di buone prassi per chi vi partecipa.

“Brutta aria? La CNA è respiro per imprese, famiglie e società”. Questo è il titolo che la CNA di Ascoli ha deciso di dare all’undicesima edizione della Festa dell’Artigiano che si terrà sabato 28 marzo, a partire dalle 10,30, a Villa Picena di Colli del Tronto. Un’occasione, come ogni anno, d’incontro e socializzazione, ma anche un’occasione per analizzare e rendere note a tutti le opportunità che il sistema associativo offre per creare vantaggi a tutti con sinergie e convenzioni mirate per le imprese e per le famiglie.

Nella mattinata di sabato, prima del tradizionale pranzo sociale, le tematiche di questa forte e potenzialmente virtuosa “rete” saranno affrontate con gli interventi di Luigi Passaretti, presidente della CNA Picena, Gino Sabatini, presidente della Camera di commercio di Ascoli e presidente della Cna regionale, Massimo Capriotti, direttore provinciale di Fidimpresa Marche, Francesco Balloni, direttore provinciale CNA, Valter Marani, direttore generale del Patronato CNA Epasa, Roberto Dalmas, direttore generale della Banca dell’Adriatico. “La presenza del responsabile CNA Valter Marani – commenta il presidente Passaretti – testimonia come l’esperienza di sinergia che stiamo avviando qui sul territorio desta l’interesse di tutto il sistema CNA, visto che i problemi legati a produttività, servizi e solidarietà sono sempre più diffusi e sentiti da tutta la popolazione”.

CNA Cittadini Card. Nel corso della Festa la CNA di Ascoli attiverà uno sportello informativo riguardo proprio a questo nuovo sistema, pensato dalla Cna nazionale, di rete che coinvolge imprese e consumatori. Nell’info point CNA sarà possibile avere chiarimenti sul nuovo portale Cna dedicato questo servizio ma anche iscriversi a Cna Cittadini o entrare a far parte – sottoscrivendo una convenzione in qualità di imprenditore o professionista – della rete di aziende, uffici e studi che offrono condizioni di vantaggio a chi è associato alla Cna di Ascoli Piceno.

Le premiazioni di “Una vita con la CNA”. Come ogni anno, durante il pranzo sociale la CNA consegnerà una targa ricordo agli artigiani iscritti da più tempo all’Associazione. Quest’anno riceveranno il riconoscimento:

Mancini Anna (Venarotta) estetista; Funari Angelo (Ascoli Piceno) autocarrozzeria; Del Prete Fedele (Offida) idraulico; Marcozzi Filippo (Comunanza) informatica; Eleuteri Mauro (Comunanza) tranceria pelli e cuoio; Spina Luciano (Grottammare) edilizia; Pagnotti Alfredo (San Benedetto del tTonto) autotrasporto; Spaccasassi Marina (San Benedetto del Tronto), parrucchiera; Piergallini Marino (San Benedetto del Tronto) elettricista.

Intrattenimento con le eccellenze artigiane della moda. “Dalla Luce al buio” per esaltare la creatività sartoriale degli artigiani della Cna Picena. "CNA Federmoda di Ascoli Piceno - spiega Massimo Mancini, vice presidente dell'Unione - anche in questa occasione di approfondimento di tematiche e di incontro fra imprenditori, prosegue nella sua azione di promozione per gli associati che si occupano di alto artigianato nel campo della moda. I nostri artigiani presenti alla Festa sono punto di riferimento per l'alta moda ma anche per la prosecuzione, con azioni mirate di formazione e in sinergia con il mondo della scuola, delle tradizioni artigianali di maggior pregio".

Le sartorie che partecipano sono: Sartoria Linea di Agostini, Silvestri e Civilotti, Ascoli Piceno, Atelier Franco Mariani di Ascoli Piceno, Sartoria Atelier di Raffaella Iconi, San Benedetto del Tronto, Sartoria Anna Marini, Ascoli Piceno.

Come in altre circostanze la Cna cerca di sviluppare nelle sue azioni anche l'attivazione di un sistema di rete, quindi per la sfilata lavoreranno anche associati del settore estetica e parrucchieri (Cna Benessere e Sanità), nello specifico: trucco a cura del Centro Estetico Akos di Sandra Gouveia - Ascoli Piceno;  parrucchiere "Q Elle 2 - Centro Degradé Joelle" di Elisabetta Malta - Ascoli Piceno.

Area Tematica: