. Lo stilista della pasticceria e le nuove geometrie del gusto

Napoli, un bailamme di colori e suoni, è tutto e il suo contrario, è il mare che incontra i suoi vicoli tra persone che ogni giorno ammirano la loro vita scorrere nel tempo di un caffè. C’è un profumo inconfondibile che caratterizza la città partenopea la mattina, che te la fa riconoscere tra mille: l’aroma del caffè che sposa la ricotta delle pastarelle nelle tante pasticcerie che rendono unica questa città.

Gianluca Ranieri nasce e cresce a Napoli senza una storia imprenditoriale alle spalle, ma con una spiccata sensibilità e vena artistica, come tanti napoletani, adora le cose fatte bene e la tradizione che però vuole provare ad innovare. E’ il fondatore e titolare delle Pasticcerie Ranieri, una realtà innovativa del panorama dolciario partenopeo perché sperimenta e crea novità e differenza, perché realizza dolci che hanno un obiettivo sopra gli altri: “fare sognare”.

Gianluca dal 2001 lavora nell’ambito delle caffetterie, locali e discoteche ma solo nel 2015, con il fratello Salvatore, si mette in gioco in proprio aprendo ben 3 pasticcerie, 2 al Vomero e una a Pozzuoli. La pasticceria Ranieri si distingue per l’utilizzo di materie prime ricercate, aromi naturali e lievitazione naturale, i prodotti sono quelli della pasticceria classica, ma ciò che fa la differenza è la creazione di dolci con ricette originali. Gianluca non è un pasticcere, quanto un ricercatore della pasticceria...

Puoi continuare a leggere la storia di Gianluca Ranieri e gli altri racconti di quotidiano ingegno su CNAStorie

Area Tematica: