. Premio Cambiamenti. All'Hot box va il primo posto

Un forno per cibo take-away in grado di mantenere calde e fragranti pizze e pietanze alimentato dai motori di auto e motorini adibiti al loro trasporto, poi uno strumento innovativo di ausilio per i trattamenti di fisioterapia realizzato con tecniche da… Formula 1. Infine, la realizzazione di cargo-bike realizzate riciclando vecchie biciclette. Queste, dal primo al terzo classificato, le imprese premiate ieri sera (martedì 7 novembre) al Fab Lab Casa Corsini di Fiorano nell’ambito della selezione modenese di Cambiamenti, il contest lanciato dai Giovani Imprenditori di CNA per fare emergere le nuove imprese innovative.

A meritare il primo premio è stata la Beyond Engineering di Maranello, non solo per l’idea di utilizzare i gas di scarico per alimentare il sistema che scalda il contenuto dell’Hot Box – questo il nome del prodotto – deumidificandolo per mantenerne la fragranza, ma anche per il grado di industrializzazione di questo innovativo sistema, già testato e campionato e che entrerà sul mercato a partire dal 2018.

Una scelta, quella del vincitore, piuttosto sofferta, da parte della giuria composta, tra gli altri, dal vicepresidente della Camera di Commercio di Modena Gian Carlo Cerchiari, dal consigliere regionale Luca Sabattini, dalla direttrice di Casa Corsini Caterina Bonara e da giovani e più… navigati imprenditori, che hanno valutato le partecipanti sulla base di parametri come l’originalità, la capacità di rispondere ad esigenze di mercato, il livello di competitività, l’impatto sociale, la sostenibilità economica.

Sia lo strumento in fibra di carbonio e nanoparticelle ideato da Cristiano Cambi, esperto fisioterapista che sulla base di questa idea ha fatto nascere la Cast System srl, (secondo posto), sia le biciclette adattate per il trasporto di persone o cose create artigianalmente da Marco Casalgrandi, titolare della REcycle Italian Cargobike (terzo classificato) hanno comunque catalizzato l’attenzione non solo degli esaminatori, ma anche delle oltre sessanta persone che hanno seguito l’evento, a cui hanno partecipato 19 neo imprese del territorio.

“Sia per la presenza del pubblico, che, soprattutto, per quella delle imprese, siamo molto soddisfatti per la seconda edizione di una manifestazione che riproporremo sicuramente anche l’anno prossimo – ha commentato Fabio Molinari, portavoce regionale degli imprenditori dell’ICT dell’Emilia Romagna e vice dei Giovani Imprenditori modenesi – L’obiettivo del contest, infatti, vuole essere quello di valorizzare la propensione delle neo piccole imprese dei diversi territori all’innovazione e al cambiamento dei processi e delle tipologie di produzione. Perché è su queste imprese che si costruisce il futuro, non solo economico, della nostra comunità”.

Le prime tre imprese, oltre ad aver ricevuto i premi provinciali, potranno partecipare ora alla selezione nazionale, la cui giornata finale è calendarizzata per il 30 novembre, che mette in palio ventimila euro e un viaggio a Dublino, per incontrare i maggiori esperti di Facebook e di Google, oltre a un insieme di servizi e opportunità di confronto con con “venture capitalist” e fondi di investimento.

 

Area Tematica: