. “Prima di ogni altro luogo, Il cambiamento deve avvenire in noi stessi”

8 Marzo, l’intervento di Orietta Olivetti , presidente Comitato Impresa Donna CNA

Care amiche, ci troviamo come consuetudine all’appuntamento dell’8 marzo che celebra la ricorrenza del valore e dell’impegno delle donne verso la società, donato spesso anche con la vita. In un tempo di grandi e rapidi mutamenti, accelerati dalle nuove modalità con cui si concepisce il lavoro e l’esistenza tutta, assistiamo giorno dopo giorno alla recrudescenza di più ampie forme di violenza fisica e psicologica, sfruttamento, abusi di ogni sorta.

Viene da chiedersi se davvero siamo in una fase di evoluzione o di arretramento.                                                       La coscienza ci porta a dire che prima di ogni altro luogo, il cambiamento deve avvenire in noi stessi pur sapendo che questo esercizio è ben noto alle donne; eppure non basta. La visione femminile di una realtà oltre l’ordinario le espone al rischio di una percezione travisata di quanto ci accade attorno, portando con se conseguenze spesso irreparabili.

Tante sono le questioni ancora sospese relative alla maggiore tutela delle donne che vivono disagi in ambito familiare, o vittime del coniuge.

Pochissime le politiche a sostegno delle madri per conciliare i tempi di vita e lavoro, la cui indipendenza economica rappresenta anche autonomia.

Esigue le risorse a disposizione di coloro che seppure nelle difficoltà, decidono di aprire un’attività in proprio, per non parlare della totale assenza di sostegno sociale nel momento in cui una donna debba ritagliarsi del sacrosanto e legittimo tempo per se stessa, per ricreare un angolo di benessere oltre gli impegni.

Come donna sento di esprimere tutta la mia amorevole vicinanza alle troppe persone vittime di violenza, divenute le martiri contemporanee di una società in cui la regola prevalente è la supremazia.

Come imprenditrice ho la necessità di rivolgere alle istituzioni tutte, l’invito ad agire con maggiore senso di responsabilità, poiché ogni norma che viene emanata ha una conseguenza nel contesto sociale  in cui viene recepita potendo fare un’enorme differenza tra il produrre un effetto positivo o il suo contrario.

Ad ognuno di noi serve fare una profonda riflessione sui ruoli, le funzioni di uomini e donne a qualsiasi livello ed ambito in cui si trovano ad operare, incluso quello domestico sempre più spesso abbandonato a se stesso seppure rappresenta il fulcro dal quale si dipana e prende forma la più grande avventura dell’essere umano che si chiama vita,  il cui diritto è quello di poterla vivere nella felicità e benessere. 

Sui temi dell’inclusione di genere e dell’educazione al rispetto dell’altro, della valorizzazione delle differenze, serve un intervento deciso di tutta la società civile con l’obiettivo univoco di far maturare una cultura più attinente all’ascolto ed  alla comprensione.

Impresa donna Cna risponde “Presente!” all’appello della responsabilità sociale e  mette a disposizione i propri strumenti di divulgazione delle buone pratiche, del sostegno economico alla creazione d’impresa, della rete di formazione per il successo aziendale.

Produrre ricchezza è strumento di dignità ed il mondo femminile deve poterla attuare nei tempi e nei modi che le sono propri. Orgogliosa di essere genitrice, auguro a tutte voi, alle vostre figlie e a tutte le donne l’inizio di un tempo prospero da tutti i punti di vista. Buon 8 Marzo.

Area Tematica: