. Sanità, assistenza e ricerca: il punto sulla situazione regionale

Riorganizzazione dei presidi sanitari; migliore efficientamento delle specializzazioni con la creazione di poli d’eccellenza, salvaguardia dei presidi sanitari anche nelle aree dell’entroterra, progetti di sviluppo della ricerca per la terza età.

L’incontro tra CNA pensionati e il rappresentante della Commissione sanità della Regione Marche, Federico Talè ed Aldo Tesei, presidente dell’Associazione amici delll’Inrca, è stato ricco di spunti e di motivi di confronto. “Un’occasione – ha detto il segretario provinciale della CNA, Moreno Bordoni – per verificare quanto si sta facendo nella nostra regione nel campo della sanita, dell’assistenza e dei servizi per la terza età”. Nel corso dell’iniziativa, che è stata introdotta dal segretario provinciale di CNA pensionati, Agostino Sanchi, è stato ribadito ai due rappresentanti regionali l’impegno dell’associazione a monitorare la situazione e le esigenze nel settore della sanità e dei servizi alla terza età e ad impegnarsi per suggerire politiche che favoriscano il miglioramento e l’efficienza dell’assistenza a livello provinciale e regionale.

Nel corso dell’iniziativa Aldo Tesei ha illustrato il grande lavoro svolto dall’Inrca (Istituto Nazionale per la Ricerca sugli Anziani), un organismo non sufficientemente conosciuto la cui preziosa attività merita di essere maggiormente divulgata. E per questo Tesei ha ringraziato CNA Pensionati per il l’opera di divulgazione che sta facendo nei confronti dei propri associati.

Federico Talè, in qualità di rappresentante della Commissione sanità, ha invece fatto il punto sulla sanità marchigiana con particolare riferimento alla delibera regionale 735 e sul nuovo Piano sanitario regionale che prevede una riorganizzazione dei presidi per un migliore efficientamento delle specializzazioni attraverso la creazione di veri e propri poli di eccellenza. In questo contesto occorre però evitare di concentrare tutti gli interventi e le risorse sulla costa e di salvaguardare anche l’entroterra.

Al termine dell’incontro, il presidente di CNA Pensionati, Giancarlo Sperindio, ha ribadito la volontà dell’associazione a partecipare al dibattito che precederà l’approvazione del Piano Sanitario regionale. L’intenzione è quella di suggerire, formulare proposte, contribuire a rendere la sanità ed i servizi, soprattutto nei confronti degli anziani e dei soggetti più deboli, più efficaci, efficienti e meno dispendiosi.     

Area Tematica: