. Si è tenuto questa mattina in Prefettura il Tavolo sulle problematiche legate al trasporto su gomma dal Porto della Spezia.

Il confronto è stato sicuramente costruttivo e ha dimostrato che il dialogo è indispensabile per l'individuazione delle criticità e delle eventuali possibili soluzioni. Da questa convinzione muove l'appello di CNA Fita e Confartigianato Trasporti perchè il Tavolo, voluto con l'accordo siglato nel dicembre scorso sotto l'egida del Prefetto Antonio Garufi tra le scriventi Associazioni di Categoria, l'Autorità di Sistema del Mar Ligure Orientale e LSCT, torni ad incontrarsi costantemente.

Nell’incontro odierno si è preso atto dello stato dell'arte degli impegni assunti dall' A.d.S.P., ovvero il completamento della bretella del Ravano che sarà in funzione dalla terza settimana di luglio e dovrebbe portare ad un alleggerimento dei mezzi pesanti in entrata di almeno il 15% e dell'ormai quasi raggiunta sistemazione, visto che l'operatività è stata annunciata per la metà di agosto, dell'area di Pomara come polmone per aumentare la capacità di scarico/carico.  Si è, inoltre, dato atto che, tranne in alcune particolari giornate, i tempi di attesa sono migliorati rispetto al 2017.

Permangono naturalmente alcune criticità, emerse durante il tavolo, come quella della presa in consegna dei vuoti nell'area retroportuale di Santo Stefano e quella relativa ai tempi di attesa dentro il Porto ancora troppo lunghi per la tipologia delle merci varie.

Cna Fita La Spezia e Confartigianato Trasporti hanno chiesto al general menager di LSCT Antonio Testi e al direttore operativo Roberto Scotto una particolare attenzione nell’operatività dei gates dal mese di luglio in corso sino al 14 agosto durante il peak season.

Area Tematica: