. Sicurezza sul lavoro: nasce il Safety Service e la piattaforma di e-learning

Critiche alla Provincia: le associazioni di Rete Economia escluse dal sistema Copernicus

Salute e sicurezza sul lavoro, gli adempimenti adesso sono a portata di mouse. In occasione della Giornata Mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro, istituita del 2003 dell’ILO Organizzazione internazionale del lavoro, CNA-SHV ha presentato oggi (28 aprile 2017) due nuovi servizi: la piattaforma di e-learning “Formarete” e il “Safety Service”. Critiche da Rete Economia-Wirtschaftsnetz (il raggruppamento di CNA, Confesercenti, Legacoopbund e Confcooperative) alla Provincia che ieri ha illustrato l’ampliamento del sistema Copernicus alle imprese, ma solo quelle delle associazioni aggregate nel Südtiroler Wirtschaftsring-Economia Alto Adige.

“Scadenze, rinnovi, aggiornamenti: stare al passo con la burocrazia in materia di salute e sicurezza sul lavoro – ha affermato Claudio Corrarati, presidente di CNA-SHV – per le imprese è una vera… impresa. Ecco perché abbiamo ideato un nuovo servizio, denominato Safety Service, pensato per venire incontro alle PMI, che verranno agevolate per non mancare più le scadenze. Adempimenti che sono un costo per le imprese sia in termini di denaro sia in termini di tempo necessario per adempiere agli obblighi. Utilizzando sistemi digitalizzati, semplifichiamo la vita alle imprese”.

Marco Nobile, responsabile salute e sicurezza di CNA-SHV, ha aggiunto: “I datori di lavoro non finiscono mai di gestire la sicurezza dell’impresa, perché è sempre necessario monitorare se i diversi adempimenti obbligatori sono ancora validi o se invece devono essere aggiornati in seguito al variare delle situazioni lavorative. La normativa fissa la validità massima degli adempimenti obbligatori, imponendone l’aggiornamento. Ogni impresa è chiamata a strutturarsi e a programmare la gestione e il monitoraggio sistematico della situazione aziendale. Quando si tratta di imprese di piccole dimensioni, senza un ufficio amministrativo dedicato, è più facile che gli aggiornamenti obbligatori vengano dimenticati o rimandati, esponendo il titolare e l’azienda a pesanti conseguenze amministrative e penali”.

Con Safety Service sarà la CNA-SHV a tenere sotto controllo le scadenze, avvisando l’imprenditore e i collaboratori indicati con anticipo sufficiente per programmare le attività anche in relazione al lavoro. In particolare, Safety Service darà assistenza nella gestione di: documenti di valutazione dei rischi; corsi di formazione; verifiche periodiche di macchine, impianti e attrezzature; sorveglianza sanitaria; dispositivi di protezione individuale, schede di sicurezza dei prodotti pericolosi utilizzati; contenuto della cassetta di primo soccorso; manutenzione presidi antincendio; sopralluoghi obbligatori.

Accanto al Safety Service, CNA-SHV, in collaborazione con l’ente di formazione Ecipa, ha attivato la piattaforma di corsi on-line sulla sicurezza sul lavoro. Si chiama Formerete e si trova all’indirizzo formerete.cna.it. Un catalogo di oltre 60 corsi base o di aggiornamento in e-learning di facile utilizzo che Ecipa è in grado di offrire a tutte le aziende del Trentino Alto Adige a costi particolarmente vantaggiosi. Sono sufficienti un computer, una connessione veloce ad internet e un browser web aggiornato per seguire il corso da casa o dall’ufficio, anche un po’ alla volta. In alternativa CNA-SHV ed Ecipa forniscono la possibilità di seguire i corsi direttamente nella sede dell’associazione, previo appuntamento. Gli associati hanno diritto ad uno sconto. Inoltre, anche per la formazione on-line è previsto il contributo dell’Ente Bilaterale Artigiano della Provincia di Bolzano. Una volta scelto il corso, è sufficiente compilare il modulo d’ordine con in quale si otterrà il codice d’accesso da utilizzare entro 30 giorni dall’emissione. Ecipa fornisce assistenza nell’individuazione del corso giusto e nelle modalità di accesso alla piattaforma.

Nella seconda parte della conferenza stampa, Claudio Corrarati, che è anche coordinatore di Rete Economia-Wirtschaftsnetz, e Mirco Benetello, direttore di Confesercenti, hanno esternato “disappunto per quanto comunicato dalla Provincia nella conferenza stampa di ieri (27 aprile), presenti il presidente della Provincia e tre assessori, sull’ampliamento della piattaforma pubblica di e-learning Copernicus alle associazioni di categoria, ma solo quelle riunite nel Swr-Ea. Riteniamo – hanno detto gli esponenti di RE-WN – che non ci debbano essere associazioni, imprese e lavoratori di serie A e di serie B. Su un tema importante come quello della sicurezza proponiamo una visione unitaria, che coinvolga anche i sindacati per un utilizzo sempre più accorto degli enti bilaterali che possono intervenire sulle imprese in maniera preventiva. Vogliamo diffondere la cultura della sicurezza, tutti insieme, senza esclusioni. Non vorremmo che la sicurezza diventasse un metodo per fare tessere elettorali o associative: è un argomento super partes, visto che il costo sociale degli infortuni è molto elevato. Una piattaforma della bilateralità sostenuta dalla Provincia è la strada da percorrere”.

 

Nella foto: da sinistra Marco Nobile, responsabile salute e sicurezza di CNA-SHV, Claudio Corrarati, presidente di CNA-SHV e Mirco Benetello, direttore di Confesercenti

 

Area Tematica: