. Sisma, garantiti i crediti dei subfornitori

Grazie al lavoro di CNA e del Sottosegretario Ferraresi, un emendamento introduce l’impignorabilità delle somme dovute alle pmi

Tra gli emendamenti alla Legge di Stabilità in corso di definizione ce n’è uno di matrice modenese che potrà, se approvato, avere importanti ricadute per le imprese, in particolari le piccole aziende dell’Area Nord che lavorano nella filiera delle costruzioni. Anzi, della ricostruzione, visto che il tema è la difesa dei crediti dei subfornitori.

“Grazie alla sensibilità del sottosegretario Vittorio Ferraresi – commenta Alberto Papotti, segretario di CNA Modena – la Legge di Stabilità proporrà un emendamento che stabilisce l’impignorabilità dei crediti che le aziende subfornitrici, solitamente di piccole dimensioni, vantano nei confronti di altre aziende aggiudicatarie di lavori di ricostruzione”.

Infatti, è capitato, e capita ancora oggi, che imprese appaltatrici falliscano mettendo in crisi i subfornitori, tra i quali ci sono tante aziende imprese di diversi settori, a cominciare da quelle dell’edilizia e di installazione impianti, oltre che i professionisti, ma anche dei commercianti di materiali edili, localizzate soprattutto nell’Area Nord

Un provvedimento, peraltro, che non richiede alcun stanziamento di spesa da parte dello Stato, visto che riguarda contributi per la ricostruzione post sisma già finanziati ma che rischiavano di essere bloccati per l’eventuale fallimento degli assegnatari, lasciando con un palmo di naso le aziende che avessero lavorato per le prime.

“E’ il risultato di un’azione di rappresentanza politica che porta risultati concreti alle imprese” - chiosa Papotti, che continua - Ora bisogna continuare a lavorare, istituzioni e parlamentari nazionali e locali, per trovare soluzioni al nodo infrastrutture e completamento della ricostruzione post – sisma, il più possibile condivise”.

Area Tematica: