. Sosta breve in area portuale: gli autotrasportatori chiedono una soluzione all'annosa questione

Via Mattei, zona porto di Ancona, necessita di interventi urgenti e improcrastinabili per la regolamentazione della sosta. E’ quanto richiesto da Fausto Bianchelli, responsabile provinciale Fita CNA, a nome degli autotrasportatori, all’assessore al porto Ida Simonella.

“In via Mattei, di competenza comunale, oltre alla cantieristica insistono le più importanti strutture, sia consortili che imprese private, di autotrasporto; sono oltre 300 gli autotrasportatori che operano in area portuale”, dice Bianchelli.

“Come sottolineato più volte nei vari incontri con l’Amministrazione Comunale – continua il responsabile di CNA Fita - gli autotrasportatori necessitano di spazi adeguati di sosta breve, 10/15 minuti, per lo scambio ed il ritiro dei documenti di viaggio con le strutture di appartenenza ed in prossimità delle stesse. Ma via Mattei subisce una mole di traffico significativa e di conseguenza una penuria di parcheggi, occupati da auto private a discapito dei mezzi pesanti. Le condizioni di traffico e parcheggi pregiudicano non solo l’operatività dell’autotrasporto, già fortemente penalizzato da altri problemi, come le modalità di controlli sui container che avvengono all’uscita del terminal merci, ma anche la competitività del porto nel suo insieme.

Inoltre la situazione mette a rischio seriamente la sicurezza della circolazione in quanto molti camion parcheggiano nonostante i divieti in lato ferrovia, ed oltre a rischiare le sanzioni per divieto di sosta provocano un congestionamento con pericolo di incidenti.

La soluzione di individuare quattro parcheggi riservati ai mezzi pesanti all’uscita del by-pass, presa dall’Amministrazione Comunale dopo nostra decisa sollecitazione si dimostra largamente inadeguata ed insufficiente. Chiediamo con forza che si individui una soluzione definitiva all’annoso problema, contemperando le varie esigenze che insistono nell’area, ma non penalizzando sempre l’autotrasporto.

Per questo avanziamo la richiesta di riservare almeno una decina di spazi di sosta veloce per i TIR sul lato in uscita di via Mattei. Vogliamo segnalare che su questa questione, unita ad altre relative all’operatività portuale, gli autotrasportatori sono esasperati e sono pronti ad azioni di lotta dimostrativa.

Sul Porto si stanno prefigurando una serie di progetti di sviluppo ed interventi a medio termine sia sul piano strutturale che infrastrutturale che condividiamo ed appoggiamo ma occorre avere anche la volontà e la prontezza di affrontare problemi quotidiani e contingenti che, torniamo a ripetere, pregiudicano la competitività non di una sola categoria ma dell’intero sistema portuale”.

 

Area Tematica: