. Tra università impresa e ricerca: la prof imprenditrice che “ripara” le ferite

Quando la salute incontra l’ingegneria industriale e la medicina rigenerativa, c’è da ben sperare per un miglioramento della qualità di vita delle persone. Ed è una vita tra università e centri di ricerca quella di Lisa Elviri, giovane co-fondatrice di M3DATEK srl, la start up innovativa classificatasi terza all’edizione 2017 del premio Cambiamenti.

Lisa nasce da una famiglia di lavoratori, mamma contadina e papà operaio che le trasmettono la cultura del rispetto e del lavoro.Entrambi speravano che attraverso l’università potesse riuscire ad avere un buon lavoro e così è stato.

Da piccola non ha avuto un sogno definito su cosa avrebbe fatto da grande ma era certa del come: con grande entusiasmo e la voglia di scoprire, capire. Lisa vive a Parma dove si laurea nel 1997 in chimica analitica. Inizia la sua intensa attività di ricerca presso l’Università di Parma per proseguire all’estero, come tanti giovani italiani che cercano specializzazioni differenti e una certa soddisfazione dal mondo della ricerca che l’Italia stenta a realizzare.

E allora Lisa fa quella che è certamente l’esperienza più bella e ricca della sua vita, prima all’European College di Londra e poi presso la Free University di Amsterdam.

“Vivere e studiare all’estero quando hai 25 anni è una magnifica esperienza – racconta Lisa – c’è soddisfazione per i risultati già ottenuti e la spensieratezza dell’essere giovani. Tutti i ragazzi dovrebbero avere questa fondamentale possibilità”. Un percorso di crescita e arricchimento personale che, secondo Lisa, dovrebbe essere garantito ad ogni studente e ricercatore italiano che vuole mettersi in gioco...

Puoi continuare a leggere la storia di Lisa Elviri e gli altri racconti di quotidiano ingegno su CNAStorie