. Un dolce benvenuto degli artigiani bolognesi a Papa Francesco

E’ partita oggi la lavorazione della torta di riso che domenica 1 ottobre verrà distribuita in 1.200 porzioni al pranzo per i poveri di Papa Francesco in San Petronio. Un dono di Cna Bologna realizzato dai suoi cuochi, ristoratori e pasticceri artigiani, come segno di grande accoglienza del mondo artigiano bolognese verso Papa Francesco.

Il gruppo dei maestri artigiani è composto da Michele Cocchi, Paolo Carati, Massimiliano Poggi e Mario Ferrara, insieme al pasticcere Renato Zoia.

“Per Cna questi cinque maestri rappresentano tutta l’eccellenza dell’artigianato bolognese – spiega Cinzia Barbieri, Direttore Generale di Cna Bologna – inoltre sono anche alcuni dei docenti della nuova scuola Bologna Lifestyle prossima alla partenza, dove ci si potrà formare proprio al mestiere di cuoco professionista”.

“E’ un grande onore poter contribuire alla giornata della visita di Papa Francesco a Bologna – prosegue Cinzia Barbieri -. Abbiamo coinvolto i nostri associati, che potranno esporre locandine di benvenuto al Papa sulle loro vetrine. Saranno numerosi gli artigiani in attività e in pensione che domenica parteciperanno alla Santa Messa allo Stadio”. “Gli artigiani, siano credenti o meno, accolgono Papa Francesco nella loro città – conclude Cinzia Barbieri -. Gli danno il benvenuto e riconoscono la grandezza della sua figura e l’importanza dei messaggi che sta lanciando nel suo Pontificato. Un messaggio che sta molto a cuore agli artigiani è il principio della comunità: per gli artigiani da sempre il senso di comunità è fondamentale, ancora di più negli anni scorsi quando la crisi ha colpito duro le piccole imprese. E Cna è una comunità di 90.000 persone tra imprenditori, loro dipendenti, loro familiari”.