. Vaccarino: "Il futuro sarà sempre più rosa"

"Nonostante tutto penso che il nostro futuro sarà sempre più rosa": ricorre a un riferimento cromatico il presidente nazionale CNA, Daniele Vaccarino, per chiudere il suo intervento davanti alla platea del Meeting Nazionale di Impresa Donna a Torino. "CNA è femmina: in presidenza le donne sono molto di più che in passato e questo si vede soprattutto nella velocità delle decisioni. Ma non è ancora sufficientemente" dice Vaccarino.

Nella chiusura dei lavori, due gli argomenti principali affrontati dal presidente: da un lato la presenza delle donne nell'organizzazione e dall'altro il ruolo della CNA nel dibattito pubblico nazionale.
Sul fronte della presenza femminile, oltre all'aspetto numerico, Vaccarino ha sottolineato come spesso le imprenditrici siano state nascoste nel ruolo di coadiuvanti. "Spero che in futuro le donne riprendano il ruolo di imprenditrici, visto che spesso in passato sono state accanto ai mariti o ai familiari, hanno vissuto da imprenditrici, ma senza avere il riconoscimento del ruolo", ha ricordato Vaccarino citando la sua recente esperienza con i pensionati di CNA.
"Noi siamo per stringere e non per rompere alleanze" ha aggiunto. Un approccio che guarda con attenzione ai rapporti internazionali perché l'export è un fattore fondamentale per la crescita del mondo della micro e piccola impresa. "Siamo ancora il secondo Paese manifatturiero d'Europa e contribuiamo per oltre il 7% dell'export nazionale, una cifra che aumenta fino al 50% se inseriamo i dati delle imprese con massimo 50 dipendenti".
Nei confronti del nuovo Governo CNA è pronta ad avanzare progetti, "perché noi conosciamo i nostri imprenditori e sappiamo bene le proposte utili al nostro mondo" ha concluso.

Area Tematica: