Brentonico
Centro Culturale
-
Orario: 
20:30
via Don Federico Roberti, 3, Brentonico

Donna, lavoro e imprese: il 27 incontro a Brentonico

Saranno presentate le possibilità in Provincia di Trento per migliorare l’occupazione femminile e prevenire la violenza economica

CNA del Trentino illustrerà i risultati della ricerca “Donne in imprese”

“Donna, lavoro e imprese – Conoscere le possibilità vigenti in Provincia di Trento per migliorare l’occupazione femminile e prevenire la violenza economica”. È il tema dell’incontro che si terrà lunedì 27 novembre, alle ore 20.30, nel Centro Culturale di via Don Federico Roberti, 3, a Brentonico.

Organizzatori dell’evento sono CNA e CAT CNA del Trentino, il Comune di Brentonico e la Comunità della Vallagarina, con il contributo della Provincia Autonoma di Trento – Politiche per le Pari opportunità.

I lavori verranno aperti dalla CNA del Trentino che, per l’occasione, presenterà per la prima volta i risultati del progetto “Donne in imprese. Oggi e domani armonia vita-lavoro”, avviato lo scorso marzo grazie al finanziamento della Provincia di Trento e in collaborazione con la Fondazione Famiglia Materna, FM Impresa sociale, le Comunità Rotaliana-Königsberg e Vallagarina, i Comuni di San Michele all’Adige, Andalo, Brentonico, Lavis, Calliano, Ronzo-Chienis e Folgaria.

“L’incontro – afferma Andrea Benoni, Presidente provinciale della CNA del Trentino – viene organizzato in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. CNA del Trentino, con il progetto “Donne in imprese”, oltre a mostrare grande attenzione verso questa tema, si è attivata con politiche attive per prevenire il fenomeno”.

Da marzo ad oggi, infatti, anche attraverso i canali dei partner, CNA del Trentino ha eseguito un’analisi di contesto, intervistando 250 donne referenti d’impresa e 502 donne dipendenti o lavoratrici autonome. Dall’analisi emerge che in Trentino quasi il 50% delle intervistate come referenti d’impresa ritiene che le donne subiscano discriminazioni sul lavoro, in particolare nell’avanzamento di carriera e nel trattamento in generale sul posto di lavoro. Il fenomeno è ritenuto molto diffuso in Trentino per il 24,4% delle intervistate, abbastanza diffuso per il 41,2%. Tra gli altri dati salienti, il 35,6% ritiene che la maternità incida molto sull’occupazione o sull’avanzamento di carriera, il 40% crede che incida abbastanza. Sulle nuove assunzioni il fattore maternità o matrimonio per una donna viene valutato molto nel 34,4% dei casi, abbastanza nel 33,5%.

Tra le lavoratrici intervistate, invece, il 57,57% ritiene di aver subito discriminazioni sul lavoro: il 16,6% per l’avanzamento di carriera, il 28,03% implicitamente per essere donna, il 22,49% per pregiudizi su professionalità e competenze. La maternità ha inciso negativamente sul lavoro per il 43,13% delle intervistate, mentre ha inciso negativamente per l’avanzamento di carriera per il 34,73%. Alla domanda se riesce a conciliare lavoro e famiglia, il 38,62% risponde poco, il 35,17% abbastanza, l’8,97% molto, il 13,1% perfettamente, solo il 4,14% per nulla.

Oltre alla CNA del Trentino, relazioneranno all’incontro: Ioana Pinizzotto (Famiglia Materna) sul tema “Libere di fare: “lavorare” contro la violenza economica”; Ezio Cristofolini (Trentino Sviluppo) su “Imprese femminili e giovanili: le opportunità della Provincia”; Valentina Matarazzo (Agenzia del Lavoro) parlerà su “Occupazione femminile: le azioni dell’Agenzia del Lavoro”.

In allegato: La locandina della manifestazione

Per informazioni: Andrea Benoni 349 5661183

Area Tematica: 
Allegati: